Tu sei qui:Home»Sport
Giovedì 16 Marzo 2017 20:08
Un punto nelle ultime tre partite non rappresenta un problema per Testini che analizza gli ultimi tre sfortunati match e predica attenzione in vista di domenica prossima.

Testini ottimista ai microfoni di Valdichianaoggi in attesa della Castelnuovese.

Scritto da  Stefano Bertini

In una fase delicata della stagione, Mister Testini si racconta a Valdichianaoggi, con speranze, sensazioni ed anche un certo ottimismo.

_ Un punto nelle ultime tre partite. A parte qualche episodio arbitrale discutibile, cosa non sta funzionando ultimamente?

_ A parte i risultati non molto soddisfacenti che dipendono da vari fattori, le ultime tre gare hanno avuto andamenti diversi fra di loro. A Laterina, si trattava di uno scontro al vertice, con una cornice di pubblico importante ed è stata una partita bloccata, condizionata sicuramente dalla posta in palio e decisa da un episodio su palla inattiva che ha sbloccato l'equilibrio in una partita in cui non c'erano state grandi occasioni da rete.

Dispiace non essere arrivati a questa partita nella migliore condizione anche a livello di gruppo, visto che c'erano state problematiche di vario genere che erano capitate proprio a ridosso di quella partita che hanno un po' condizionato la gara. Per quanto riguarda il pareggio interno con il Pontassieve, è venuta, invece, a mancare un po' la prestazione, dal punto di vista nervoso e mentale la squadra non è stata lucida come altre volte; diciamo che anche la sconfitta di sette giorni prima aveva tolto qualche sicurezza ed un po' di positività. L'avevamo sbloccata nel finale, con un episodio dubbio, ma non possiamo appigliarci a questo episodio, dovevamo fare di più.

_ Cos'è successo, invece,  a Pratovecchio? In vantaggio 2 – 0 fino a poco più di dieci minuti dalla fine, la squadra, dopo il 2 -1 e dopo, soprattutto,  essere rimasta in 10, non è riuscita a contrastare i casentinesi.

_ La gara di domenica è una partita difficile da raccontare perché per settantacinque minuti c'è stata una nostra  grandissima prestazione sia dal punto di vista temperamentale che dal punto di vista tecnico – tattico. Eravamo andati in vantaggio per 2 – 0 e non avevamo mai subito le loro offensive, pur essendo loro particolarmente dotati nel reparto d'attacco; poi, gli episodi del rigore e dell'espulsione di Tanganelli nella stessa azione hanno cambiato la partita. Il Pratovecchio ha dei giocatori di livello altissimo che hanno nella componente temperamentale una delle loro caratteristiche migliori e nel momento in cui si sono accesi questi due/tre giocatori e noi eravamo in inferiorità numerica, sono venute fuori altre due reti con due capolavori balistici quasi irripetibili. E' stata una partita che non abbiamo saputo gestire nel migliore dei modi nell'ultimo quarto di gara, però segnata anche da una grande risposta del Pratovecchio ed anche da un po' di sfortuna per degli episodi non fortunati.

_ Sei partite alla fine, praticamente sei finali. Quanti punti pensi che occorreranno per raggiungere i play – off?

_ Uno in più della Terranuovese, nel senso che a così poco dalla fine conterà molto anche quello che accadrà sugli altri campi. Noi dobbiamo pensare a fare il massimo possibile, per quella che è la nostra condizione psicofisica attuale e poi dipenderà molto da quello che faranno i nostri avversari. Questo vale sia per le squadre che sono davanti sia per quelle che sono dietro, è difficile fare una tabella, dobbiamo pensare soprattutto a ritrovare la condizione mentale, quella fisica, a mio parere, non ci sta mancando.

_ Domenica arriva la Castelnuovese, in una posizione tranquilla di classifica. Di solito, sono queste le partite più insidiose, contro chi non ha più niente da chiedere. All'andata fu 0 – 0. Quali sono le maggiori insidie di questo match?

_ La Castelnuovese non è in una posizione del tutto tranquilla, visto che ancora non è aritmeticamente salva e può puntare ai play – off, quindi ha due obiettivi per cui lottare; è una squadra attrezzatissima che ha un pacchetto offensivo di prim'ordine, Angelotti e Gambineri sono giocatori importanti, ha un'organizzazione data da Mister Mussi, allenatore di grande esperienza, di  primissimo ordine. E' una partita difficile per il valore della squadra che andiamo ad affrontare; bisogna anche dire che chi segue solamente da lontano e non vede le partite non deve pensare che una squadra più indietro in classifica sia da considerare scarsa; in realtà, squadre scarse non ci sono, soprattutto quelle che stiamo affrontando in questo periodo della stagione.

_ A parte Tanganelli, squalificato, gli altri ci sono tutti?

_ Domenica avevamo Filosi e Milani infortunati e sono entrambi in forte dubbio per domenica. Gli altri, per ora, sono a disposizione e speriamo  di averli tutti. Il dubbio più grande rimane Filosi, mentre Milani, sicuramente, non ci sarà.

Stefano Steve Bertini

 

Stefano Bertini

Stefano Bertini

Il Bisbetico Donato dice di lui: "Uomo eclettico, perspicace, leggermente stempiato. Nonostante il fascino è single per l'imbarazzo della scelta. Una laurea in scienze politiche presa nel tempo libero.  Appassionato di sport (quello degli altri), aiuta la redazione nella perenne lotta contro il male. Conosciuto sotto vari pseudonimi come ad esempio Steve The Broker o Steve Bookie, ama farsi chiamare USB (Uomo  Senza Basette) per via della sua naturale avversione verso l'istituzione delle basette"

Lascia un commento

Saranno pubblicati solo commenti firmati con nome e cognome e e-mail corrispondente e verificabile.
A insindacabile giudizio del Direttore non saranno pubblicati i commenti
- contenenti offese e/o ingiurie o fuori tema
- dai contenuti non costruttivi
- aventi l'unico scopo di acquisire visibilità.
In caso di mancata pubblicazione il Direttore non è tenuto a dare spiegazioni.
Chi scrive il commento se ne assume tutta la responsabilità.
Saranno memorizzate le seguenti informazioni: data e ora dell'inserimento e l'indirizzo IP.