Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • ValterLupetti

    Pur condividendo quanto affermato dal Sindaco Seri e, se ben ricordo, in quel tempo oltre al Comune di Lucignano legiferarono in materia anche Cortona, Sinalunga e Castiglion Fiorentino e tutti auspicavano di uniformare la norma a livello di vallata attribuendo giustamente al proprio territorio un valore aggiunto come patrimonio culturale di interesse turistico, trovo corretto che, attraverso la Legge 21/2011, la Regione abbia inserito tale norma perchè a mio giudizio rafforza quella volonta di tutela del territorio che tutti i sindaci auspicavano. Evitando ad esempio in 4 appezzamenti di terreno posti a confine che si possano realizzare 4 impianti di qualsiasi potenza visto che l’impatto visivo ambientale sarebbe senz’altro superiore di quello che si avrebbe realizzando 4 impiantire staccati uno dall’altro. Ma io aggiungo altro: siamo proprio sicuri che abbiamo bisogno di grandi impianti fotovoltaici? Siamo sicuri che non sono sufficienti quelli realizzati ad uso personale? Come afferma Rifkin: “raggiungere l’autonomia nei consumi energeticici in ogni famiglia, azienda ed attività”. Perchè non sfruttare coperture di edifici scolatici, impianti sportivi, capannoni industriali, tunnel stradali ecc. risparmiando terreni destinati alla coltivazione agricola e salvaguardando il nostro paesaggio?

  • maurizio

    Carissimo Walter, sai bene quanto a me stia a cuore la tutela del territorio. Lucignano è stato il primo comune in Valdichiana a legiferare in materia di piano urbanistico sulle energie rinnovabili. In quel piano come precisato nella lettera abbiamo previsto la quantità massima (unico comune), di impianti a terra nel nostro territorio (5 MW), così come le zone dove realizzare tali impianti. Nel nostro regolamento è previsto l’obbligo di produrre nei nuovi piani attuativi almeno il 30% di energia necessaria da fonti rinnovabili. Con la nostra normativa abbiamo attirato cittadini ed aziende locali ad investire e credere in questo settore realizzando impianti di potenza media pari a 200 Kw. La legge regionale approvata, che apprezzo nella sua logica generale, non tiene conto, sbagliando, dei regolamenti comunali. Spero, quindi, che per evitare giustamente attacchi al territorio di alcuni comuni non si arrechi danno a quelli che invece hanno individuato con ampia partecipazione quantità e siti appropriati.
    Buona Pasqua
    Maurizio Seri

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare