Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Andrea Vignini

    Confesso che ho avuto qualche difficoltà ad orientarmi all’interno di questo comunicato-guazzabuglio nel quale si mischiano questioni diversissime e senza alcuna attinenza le une con le altre. Per questa volta scelgo dunque di tralasciare tutte le valutazioni del Consigliere Meoni sulla politica culturale e turistica del Comune di Cortona. Per quanto riguarda l’ironia che egli riversa a piene mani sull’attuale Amministrazione, mi limito a rispondergli che, a quanto mi risulta, sono davvero pochi, perfino tra le fila dell’opposizione, quelli che si azzarderebbero ad attribuire proprio a lui una più vasta competenza e conoscenza su questi temi specifici.
    Per quanto riguarda invece ciò che Meoni chiama (con qualche esagerazione) una “vera discarica”, faccio presente che si tratta solo di attrezzi e materiale di risulta di un vecchio cantiere (peraltro della Sovrintendenza e non del Comune, come egli dimostra di sapere benissimo). Poiché tra qualche settimana cominceranno i lavori per la completa fruibilità del Parco Archeologico (finanziati dalla Regione Toscana per 1.300.000 €), è evidente che quella sarà l’occasione per risolvere una volta per tutte anche queste piccole problematiche. Distinti saluti.

  • Ero già convinto, che qualcuno avrebbe risposto così…. Conosco questi amministratori, so come lavorano, so cosa raccontano al popolo….. Sorrido, sono orgoglioso del contributo che giornalemnte offro al territorio. Al Sig. Sindaco, posso dire che a differenza sua gestisco una azienda da anni, e non per presunzione, dico anche che sarei in grado di gestire il turismo a Cortona, non peggio di Lei…. Certo mi farei volentieri affiancare da persone di cultura, senza essere accentratore, userei certamente più umiltà di Lei, farei più squadra. Se come dice Lei ci sono persone dell’opposizione che mi criticherebbero, le rispondo che ho altro di meglio a cui pensare, in primo luogo ai cittadini, che giornalemnte mi contattano,come per il Melone, dandomi fiducia. So che a Lei e la sua maggioranza posso dar fastidio, ma questo non può che stimolarmi ancora di più. Lei ha detto in consiglio comunale, che è il più bravo,il più capace ecc…. quindi pensi ad amministrare e anche a prendersi critiche,che non fanno mai male…..

  • Donato Apollonio

    Premetto che rispetto molto il ruolo di monitoraggio e garanzia che deve avere un’opposizione. Benché sia noto che il mio orientamento politico si discosta parecchio da quello dell’autore dell’articolo, mi sento sempre più tranquillo quando c’è qualcuno che vigila. Non si sa mai. In questo caso però mi sembra francamente esagerato definire “una vera discarica” un po’ di materiale accatastato (per altro con un certo ordine) dietro una casetta. Onestamente dietro casa mia c’è più disordine. Se questo è il massimo della critica che si può rivolgere ad un’amministrazione, allora è molto probabile che essa stia lavorando bene.

  • Rispondo a Donato. Forse non ha seguito tutta la vicenda, già qualche mese fà, avevo segnalato, anche tramite interrogazione che sulla parte a valle del sito, vi erano accatastati materiali, ferro, pezzi di una tettoia ecc.., cosa poco decorosa, ad oggi i materiali suddetti sono ancora tra le sterpaglie, nessuno si è mosso. La casetta che Lei indica, è proprio al centro del sito, dove i turisti scattano spesso le loro fotografie, proprio alcuni di loro si sono lamentati. Per onesta intellettuale, non può negare che il sito, nonostante i massicci investimenti, ad oggi è contornato da sterpaglie, materiali a terra…. Lei afferma: dietro casa mia c’è più disordine… questo è un suo problema, ai cittadini non interessa, il Melone II non è proprietà privata, quindi occorre un impegno maggiore per mantenere in ordine un gioiello che tutti ci invidiano. Grazie comunque per il suo commento. La invito a farsi un giro, nel sito del Melone II, lato torrente, così si renderà conto di quanto affermato.
    Meoni Luciano

  • Donato Apollonio

    Ho seguito la vicenda ed effettivamente a suo tempo avevo constatato con i miei occhi, dato che sono solito la domenica passeggiare lungo il sentiero, la presenza di materiale sparso qua e là forse a causa del vento o di qualche cane. Non era niente di così terribile ma comunque stonava un pochino in quell’area di così elevato pregio tanto che apprezzai il suo intervento. Adesso però lei ritorna sul caso presentando una foto che obiettivamente non le rende giustizia. Sfido chiunque a considerare quella foto “una vera discarica”. A me sembra più il frutto del lavoro di un operaio diligente che ha accatastato ordinatamente quattro cose in attesa dell’arrivo della SOGEPU. Niente di più. Se ritiene che nella zona del Melone ci sia una discarica, è un suo diritto e un suo dovere segnalarlo. Corredi, però, la sua segnalazione con foto adeguate. Sono, inoltre, del parere che l’ordine e la pulizia ci debba essere anche e soprattutto dove i turisti non guardano. Segnali ad esempio la pratica diffusa di lasciare frigoriferi, sanitari, arredi vari nei pressi dei cassonetti. Per quanto riguarda infine il mio riferimento al disordine dietro casa mia la cosa era posta in chiave ironica; riformulando è come se avessi detto: dietro casa mia c’è pochissimo disordine, al Melone ce n’è ancora meno (basandomi sempre sulla foto da lei fornita)

  • Piera

    Bhè, diciamo che non è una discarica, ma smettiamola in questo paese di accettare come normale ciò che non lo è. Ripeto una discarica è sicurmente un’esagerazione, ma che qualcuno lo ritenga accettabile francamente non lo condivido soprattutto considerando che proprio perchè non è una discarica, con un minimo di buona volontà e meno di 10 minuti, potrebbe essere tutto sistemato a dovere e coperto magari con dei teli per rendere al posto la dignità che merita.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare