Informazioni sull’autore

Articoli correlati

  • Thomas Tanganelli del Partito Comunista dei Lavoratori

    La proposta avanzata dal M5S è tipica di un “partito” eclettico, che in materia di politica nazionale e locale dimostra di procedere empiricamente. Con il porsi il problema di voler alleviare i guai economici che affliggono sempre più famiglie e che vanno ricercati nel modo in cui è organizzata la società in cui viviamo, si propongono di fatto soluzioni di emergenza, ma che non risolvono affatto i problemi se non marginalmente.
    A prescindere il fatto che una soluzione definitiva ai mali sociali che affliggono sempre più famiglie pauperizzandole, non può essere trovata rimanendo nel quadro della società attuale. Ma anche volendo rimanere nel quadro di compatibilità dell’attuale sistema sociale, le soluzioni avanzate dal M5S, non risolvono il problema, se non minimamente. Pensare che chi è disoccupato debba prestare lavoro socialmente utile per il comune, per ottenere una riduzione delle imposte addizionali comunali, non risolve assolutamente il problema di queste persone.
    In una società che non è più in grado di offrire occupazione e garanzie di un esistenza dignitose, l’unica vera soluzione è quella di redistribuire il lavoro fra tutti a parità di salario, applicando una progressiva tassazione sul reddito da capitale e sulle transazioni finanziarie.
    Lo stesso vale per quelle famiglie che ancora hanno un occupazione, ma non riescono ad arrivare a fine mese; pensare che chi è in difficoltà per ottenere un aiuto economico in più debba oltre al lavoro che già svolge, prestare altro lavoro è proprio un assurdità.
    Alle famiglie vittime della crisi si può realmente venire in contro solo attraverso una decisa politica di ripubblicizzazione dei servizi necessari con imposte progressive che vadano in soccorso di chi si trova in difficoltà economiche, perchè solo il pubblico può garantire un servizio efficiente e a bassi costi visto che non ha la necessità di trarre un profitto.
    E’ comprensibile che un amministrazione comunale non possa risolvere tutti i problemi, soprattutto quelli legati al lavoro che non può essere creato ne artificialmente e nemmeno per disposizioni di carattere amministrativo locale, ma una attenta e oculata politica tesa a valorizzare quei settori dell’economia locale possono favorire il formarsi di un bacino che dia concrete possibilità lavorative. Questo è quello che da tempo sosteniamo come Partito Comunista dei Lavoratori.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare