Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Giancarlo Bellincampi..

    non sorprende che alla fine Wismann abbandoni Cortona per un luogo per lui più “commerciale”; d’altra parte da alcuni anni si sapeva nell’ambiente che la sua iniziativa era in perdita e quindi era prevedibile questo esito; niente da dire sul comportamento dell’amministrazione che anche troppo ha fatto con la disponibilità finanziaria che aveva.E’ mio convincimento fermo che, essendo in Italia il turismo il 15% del PIL e a Cortona la spinta fondamentale per la ripresa economica, si debba tentare di replicare quel che si è fatto con successo negli ultimi due decenni con gli americani con i Cinesi, il popolo che li sostituirà gradualmente nei prossimi anni a sostegno delle economie deboli ma con grande spessore storico-culturale; nel settore di Wismann, se a qualcuno può interessare, credo di arrivare a contatti interessanti colo novo mondo, già a proposito sollecitati

  • Donato Apollonio

    Condivido il tuo invito alla prudenza e la consapevolezza che difficilmente, se non dopo anni, riusciremo a raggiungere i livelli eccelsi del Tuscan. Aspettiamo però che il Vignini sveli questo fantomatico oggetto misterioso. Magari è riuscito a portare a Cortona i Pink Floyd…

  • Andrea Bernardini

    L’ attenzione che i media e non solo stanno riservando alla questione Tuscan Sun dimostra la bontà del progetto e la lungimiranza dimostrata dall ‘Amministrazione nel mantenere questo importante appuntamento nel nostro territorio in questi anni; oggi sembra essere arrivati al capolinea di questo rapporto soprattutto per motivi finanziari ed e’ un segnale inequivocabile del momento di grave crisi economica in cui versa l intero Paese e quindi ritengo impeccabile la scelta dell’ Amministrazione di non fare follie e di valutare con particolare attenzione scelte che possono gravare in maniera significativa su tutta la comunità . 
    Sul da farsi adesso credo sia opportuno prendere in considerazione tutte le proposte che una città come Cortona  , ormai rinomata in tutta Italia e non solo , avrà sicuramente per fare in modo di garantire una stagione turistica ai vertici come e’ avvenuto in questo ultimo periodo.

  • Lino Ruggiero

    Salve ragazzi, con dispiacere ho ricevuto la notizia dell’addio del Tuscan Sun festival da Cortona con una mail dalla IMG Artists. Dal 2007 al 2011 è stato per me un appuntamento di lavoro importante e sono tornato sempre con piacere a Cortona. Condivido in pieno l’articolo. Non so se questa notizia ti farà stare meglio, ma l’edizione del Singapore Sun Festival 2011 non si è svolta, per mancanza di fondi e sono rimasto a casa. L’addio a Cortona era già nell’aria dalle due ultime edizione ed ho avuto la percezione e conferma lo scorso anno. Permettetemi di salutare le splendide persone che ho conosciuto a Cortona, che hanno collaborato al festival in tutti questi anni (Comune di Cortona, comando vigili Urbani, Cortona Sviluppo, Il teatro Signorelli, il Caffè Teatro Signorelli Lilly guerini, il mitico Donato Apollonio, Terre Etrusche Vittorio Camorri, Museo Diocesano, Il MAEC, ristoranti in piazza Signorelli, Massimo Fumagalli e tutti i ragazzi e ragazze che hanno lavorato in tutti questi anni. Voglio salutare anche i personaggi coloriti di Cortona ogni volta che ci sono venuto, mi sono sentito a casa. Mi mancherete. Grazie di cuore (Siete dei cittini rompi palle ma vi voglio bene – Lino Ruggiero Direttore di Produzione del Tuscan Sun Festival

  • Giulia Simeoni

    Potrebbe essere l’occasione per ascoltare la cittadinanza e i giovani. Perché non fare un percorso di partecipazione, di incontri per ascoltare gli abitanti, i commercianti e soprattutto i giovani? per esempio…io rivorrei tanto il cinema all’aperto, e sono sicura che ci sono altre persone interessate. e poi abbiamo un bel festival come Insanamente.
    io mi ricordo anche un paio di estati in cui si esibivano quelli della Compagnia della Rancia. Insomma io sono ottimista e fiduciosa, però la prima cosa che mi è venuta in mente é stata proprio quella di ascoltare anche chi vive, lavora e partecipa alla vita cortonese, un po’ come era stato fatto con i bambini di Terontola per la ludoteca (mi sembra).

  • Simone Lucarini

    purtroppo é così…

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare