Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • ivo fabrizi

    ottima analisi soprattutto per quanto riguarda la lega….. a Terontola 2 domeniche fa c’era addirittura mario borghezio a fare un comizio davanti a 19 persone (contate personalmente)… forse è il caso che la gente (di ogni colore)vada a lavorare invece di fare politica spicciola e i meriti si prendono DOPO aver dimostrato qualcosa e non dopo aver cambiato idea politica decine di volte… probabilmente il risultato è frutto della fiducia che i vari soggetti hanno… zero o poco piu

  • Mauro Turenci

    Luciano, condivido in pieno la tua analisi e sto preparando un breve commento anch’io. Desidero fare una riflessione su una dichiarazione di Beppe Grillo che non sarà passata sicuramente inosservata e alla quale ho dedicato il mio ultimo manifesto: “Con la nostra presenza abbiamo impedito in Italia una deriva neonazista”. In altre parole è riuscito a catalizzare il dissenso, lui uomo di sinistra, che una Destra Sociale, Nazionale e Popolare, forte e coesa, avrebbe potuto cavalcare ed interpretare. Le elezioni comunali sono alle porte e non è ammessa alcuna improvvisazione. I candidati saranno locali e la partita si giocherà soprattutto sulla loro credibilità, molto di più su quello che hanno fatto (…) che su quello che faranno. Lascia stare il leghista Marco Casucci e il risultato umiliante che ha conseguito a Cortona. Noi amiamo la Patria ed il Tricolore e, grazie a Dio, non siamo “Padani”, non investiamo in Tanzania, non acquistiamo brillanti e lingotti d’oro. Dobbiamo investire soltanto sulla nostra storia personale, sul nostro impegno e sulla nostra serietà.

  • Sergio Burbi

    Concordo pienamente tutto quello che ha scritto il nostro Meoni, aggiungo una cosa, con i disastri che ha fatto e come diceva di aver salvato l’Italia dal baratro, portandocela dentro!! esodati, pensioni (se va bene a 69 muori prima di andarci), a fatto pagare miliardi di Euro, specialmente a coloro che hanno il mutuo (lo doveva pagare la Banca), l'”IMU” per poi darla al MPS!!!, il Banchiere Monti ha ottenuto anche il 6,33 alla Camera e il 7,71 al Senato a livello locale, i poteri forti ci sono anche qui.
    Speriamo che la nostra unica eletta del Comune, Chiara Gagnarli del M5S riporti la nostra voce, come tanti tanti anni fà ci provarono il sig. Malentacchi e il Sig. Marri, quello che hanno fatto, non si sà, pero ci hanno provato…

  • Marco Casucci Segretario di Lega Nord Cortona

    Caro Luciano, domenica 17 febbraio sei venuto a Terontola alla nostra manifestazione e al comizio di Borghezio. Dovresti ricordare che sono venuto a salutarti sia quando sei arrivato che quando sei partito. Ero sinceramente contento di trovarti a una nostra manifestazione, perché credo che tutte le forze di opposizione al Sistema debbano cercare un accordo evitando di esasperare personalismi che nocciono in fondo ai cittadini privati di un’alternativa credibilmente unita.
    Se ricordo bene quando ti ho ringraziato per aver partecipato, mi hai risposto: “Ci mancherebbe!”. Francamente oggi rimango spiazzato da questo tuo attacco, che mi ha colpito soprattutto sul piano personale, credendomi tuo amico. Posso dire che, pur non condividendo alcune delle tue idee, ti ho più volte elogiato per l’impegno e la serietà e si possono trovare testimonianze di questo anche in valdichianaoggi.it. Da domenica 17 non è successo nulla fra di noi che possa aver motivato questo tuo attacco. Se l’obiettivo è tentare di screditare Marco Casucci per scopi elettorali, credimi non è un grande obiettivo.
    Non ho mai detto di essere bravo, ma semplicemente di essermi fatto il mazzo. Credo che nessuno possa disconoscere questo mio impegno che toglie tempo alla mia famiglia e al mio lavoro.
    L’impegno per il territorio di Cortona portato avanti dalla Lega Nord e da tutte le altre forze politiche dovrà essere misurato alle elezioni amministrative del 2014: è normale che alle elezioni politiche i cittadini facciano valutazioni più complesse e che esulano dai problemi locali.
    Riconosco un risultato certamente non positivo a questa tornata elettorale ma non mi sento di attribuirlo a miei demeriti. A Cortona la Lega Nord ha preso alla Camera una percentuale superiore rispetto alla media della Lega Nord in Toscana: l’1,04% rispetto allo 0,77%. La nostra percentuale è superiore anche ad altre realtà della Provincia dove la Lega solitamente prendeva più voti, come nel Comune di Arezzo ed in Valtiberina.
    Il nostro 1% è il primo mattone su cui cominciare a costruire una grande casa. Sono voti reali, arrivati quando era in atto quello che – bisogna riconoscerlo – è stato lo tsunami grillino che ha numericamente ridotto tutti i partiti sia di destra che di sinistra. È ingeneroso confrontare i dati della Lega Nord a Cortona a queste ultime elezioni con quelli delle regionali del 2010, dove il trend era ben diverso.
    Caro Luciano, spetterà ai cittadini giudicare se vi sia o meno spazio di crescita per la Lega Nord a Cortona. Ci batteremo contro la sinistra anche nelle prossime elezioni amministrative: partendo dal nostro zoccolo duro. Sono orgoglioso di aver messo la faccia per il mio movimento proprio nel momento più difficile in Toscana avendo tutto da perdere e nulla da guadagnare vista la mia posizione nel listino regionale: credo, infatti, non vi sia dimostrazione migliore di attaccamento e di amore disinteressato.
    Cordiali saluti.

  • A Marco Casucci. Prima di tutto voglio distinguere la critica politica, da quella personale e di amicizia. L’amicizia non si tocca mai, a meno che non ci sia un fatto particolare che leda il rapporto. Sul piano politico, caro Marco, ti ho sempre detto che a mio avviso, e non solo, sbagli sempre indirizzo, non valuti attentamente il contesto locale…… la lega Nord non può avere spazio da noi, capisci o no, che la Padania non è Cortona!!!!!!! la tua filosofia sulla lega, è sbagliata…. A Terontola, sono venuto con alcuni amici, come tu sai, per vedere la gente che avrebbe partecipato, visto la presenza di Borghezio, francamente ci siamo divertiti a vedere dieci persone sfilare con le bandiere, probabilmente alcuni di loro non erano di “zona”….. ho apprezzato comunque il tuo saluto……. Credi, da amico, sento il dovere di darti un consiglio, visto e sentito anche i tuoi ex leghisti….. fermati e fai una riflessione, dopo tanti tuoi passaggi sui vari partiti, uno in più non ti complicherà la vita….. però questa volta scegli bene, il popolo ti da l’ultima possibilità!!!!!!
    Un abbraccio.
    Meoni Luciano

  • Marco Casucci

    Caro Luciano, a differenza tua, io e tutti i militanti e sostenitori della Lega Nord di Cortona crediamo vi sia un grande spazio anche in Valdichiana per l’attività politica di un movimento territoriale che creda nell’autonomia del nostro popolo nell’ambito di uno Stato finalmente federalista. Abbiamo riconosciuto un risultato non positivo a questa tornata elettorale che è stato però funzionale alla vittoria di Maroni in Lombardia. Crediamo, infatti, che soltanto la creazione della macroregione del Nord possa finalmente avviare il processo di trasformazione della nostra entità sta-tuale che – è conclamato – non funziona.
    Non ritengo di dover accettare lezioni di collocazione politica da nessuno. Così come non mi permetto di darne. Nel 2009 ho fatto una scelta politica chiara e precisa. Da quattro anni sono in Lega, militante da tre: sono sempre più attaccato a questo movimento e l’ho dimostrato a questa tornata elettorale.
    Di nuovo, cordiali saluti

  • ivo fabrizi

    vai cosi alle prossime comunali ci sarà l’ennesimo partito che prenderà lo 0.00000000001 per cento

  • Sergio Burbi

    Caro Marco un mio commento potrebbe scaldare gli animi, ti dico grazie, pubblicamente, del tuo meraviglioso gesto.
    Segui il consiglio di Luciano, lascia perdere la Lega Nord o meglio, lascia perdere tutta la politica, dopo 7 casacche e aver ottenuto solo 124 voti al Senato e 139 voti alla camera, non pensi che hai sbagliato qualcosa?
    Il voto al Movimento 5 Stelle è stato un voto di protesta, contro tutto e contro tutti, stufi dei ladrocini, favoritismi ecc ecc.
    Con questo chiudo e ti ringrazio per la bella esperienza che mi hai fatto fare con la Lega Nord, ma come avrai notato, già da Giugno 2012 non mi sento più Leghista.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare