Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Thomas Tanganelli del Partito Comunista dei Lavoratori

    Le dimissioni di Andrea Giaccherini, dalla carica di segrterio del PD a Castiglion Fiorentino, riflette il grado di disgregazione raggiunto da un partito che dimostra la propria congenita incapacità di rinnovarsi; di recidere il cordone ombelicale con il passato; di liberarsi una volta per tutte delle orrende scorie di un passato pesante da digerire.
    Un partito che così facendo, dimostra solo la propria incapacità di vivere nel presente e per il futuro, rimanendo impantanato nel fango di un passato che troppe macchie ha lasciato in eredità al presente.
    Con la nomina di Andrea, il PD ha cercato di liberarsi dai propri scheletri, ma come spesso accade, gli scheletri tornano rivendicando la propria primogenitura politica, scontrandosi con chi vuole rappresentare il nuovo.
    Siamo consapevoli, che la presenza di Andrea, non avrebbe portato ad una svolta significativa nella politica perseguita dal PD, proprio per ciò che rappresenta questo partito.
    Ci piaceva però pensare, di poterci confrontare criticamente, come del resto abbiamo sempre fatto come PCL, con una forza politica, che cercava di dare un immagine nuova di se, ma purtroppo, il “vecchio” torna sempre a galla, non solo per chi vuole dare un immagine diversa a questo partito, ma anche per tutti i cittadini che troppo hanno pagato a causa degli errori commessi da questo partito.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare