Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • paolo filippi

    Sig.Antonio Aurilio,sappia che l’arroganzanormalmente si esercita con metodi miti e miti parole.Ma non per questo è un’altra cosa,l’arroganza è propria di chi,forte di un piccolo ma assoluto potere,lo esercita su chi crede che si debba assoggettare a tale potere.Poi noto con stupore che quella di negarmi il voto alle primarie è stata concordata con la federazione,cosa gravissima e peraltro non smentita,che sposta la questione da piccola vendettina personale su di un piano più squisitamente politico.Il NIet è arrivato dall’alto,Paolo Filippi non poteva votare perchè fa parte dell’ala dissidente del partito,colpendo lui si è dato un segnale ad area democratica.Il partito lo comandiamo noi,chi non la pensa come noi è fuori.Beh,un partito non è un oratorio e noi non siamo bambini di 10 anni.A questi soprusi reagiamo.Mi appello al segretario provinciale:se è vero quello che è stato detto me ne fornisca per iscritto le motivazioni,mi dica anche perchè allora il mio ricorso è stato accettato e mi dica con quali ragioni il rappresentante del pd ha votato in maniera contraria.Lo sa il segretario provinciale che io ero appoggiato anche da Sel,Psi,Api,Idv,Udc e non solo dal pd di area democratica?Vorrei inoltre sapere dal Sig.Aurilio chi sono “ex assessori,consiglieri di partecipate,membri che a vario titolo hanno giovato o giovano di favori spesso anche retribuiti”.Se si riferisce ai gettoni di presenza ,questi sappia che per legge spettano anche alle minoranze,se invece sa qualcosa di più faccia i nomi e produca le prove se no eviti di dire parole troppo pesanti delle quali non c’è assolutamente bisogno.Questa è arroganza.Aver negato la presenza al seggio più importante all’unico membro di SEL è arroganza.Purtroppo io mi aspettavo delle scuse,invece ho trovato una serie di giustificazioni meschine e che aggravano la situazione,quindi chiedo al sig.antonio Aurilio di rimettere il mandato perchè il pd di castiglion fiorentino abbia modo di interrogarsi sul suo futuro e trovi rappresentanti che interpretino la politica più democraticamente,che non mettano solo in pratica decisioni prese in altre sedi ed abbiano un progetto per il futuro di castiglion fiorentino.Io aspetto le scuse ufficiali.

  • inserisci il tuo nome e cognome…Gaetano Rossi

    Caro Paolo, sono dalla tua parte. Le imprecisioni sono evidenti nella risposta del PD “ufficiale”. Il PD ha trattato queste primarie come mezzo per accrescere il proprio consenso tirando fuori puoi i sondaggi con il 38 per cento (sono numeri al lotto, lo vedremo tra qualche mese..)
    pro o contro il PD, degli altri partiti non ci interessa nulla, questo è il senso. Il rifiuto posto a Mario Daniele Rossi è un fatto gravissimo, lede l’autonomia degli altri partiti e soprattutto la loro dignità. Comunque tutti sanno che il pd di castiglion Fiorentino ha perso considerazione a livello provinciale e regionale, e questi sono i colpi di cosa di chi è definitivamente screditato.
    Rimane il problema di fondo: che democratici sono questi?
    almeno fuori dalla sezione di Castiglion Fiorentino la targetta dovrebbe essere corretta con qualche virgoletta:

    Partito “democratico”

    andrebbe già meglio….

  • Mario Daniele Rossi

    Questa brutta pagina locale durante una giornata di festa della democrazia, quale è stata quella delle primarie del centrosinistra, poteva essere semplicemente chiusa con una comunicazione (pubblica o privata) di scuse.
    Spiace invece leggere questa ricostruzione del segretario castiglionese del PD “ufficiale” piena di falsità per mascherare due azioni ispirate all’ostracismo e alla negazione dei diritti.
    A volte perso che chiunque sia chiamato all’esercizio di un potere, anche piccolo, dovrebbe essere adeguatamente formato sulle regole della democrazia e del rispetto.
    Perchè governare non vuol dire comandare….

  • Antonio Aurilio

    Invito a smentire la ricostruzione dei fatti..non basta dire che una cosa è falsa: si deve poterlo dimostrare.
    Come detto non voglio in nessun modo fare polemica perché prima di ogni cosa c’è la dignità personale e poi le differenze di appartenenza. Io non ho mai fatto nulla volta a ledere le persone, preoccupandomi di rispettare le regole. Se tutti ci comportassimo tenendo questo presente forse ci sarebbero molti meno problemi. Nessun interesse per il potere: questo continuo rimando forse è proprio di chi fin’ora l’ ha avuto o esercitato. Io lo chiamo servizio.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare