Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • danilo serafini

    sono vicino davvero al coordinamento comunale di Forza Italia: comprendo ma non fino in fondo, perchè le disgrazie degli altri spesso sono condivisibili solo a parole per chi sta al di fuori (fortunamente) da certe realtà,quanta difficoltà si provi a coordinare addirittura il nulla assoluto!è come prendere energia dall’aria fritta o provare a spendere i soldi del Monopoli..credo che ci vogliano davvero sforzi immani che non tutti riuscirebbero a sostenere.Anni fa, il nostro paese era famoso per le lettere anonime; oggi l’anonimato si pensa che lo preservino sigle o titoli anche ridondanti che permettono a tanta gente di fare un po’ di chiasso,tanto per aver poi qualcosa da raccontare tra una smargiassata e l’altra mentre se ne stanno in panciolle ad uno dei tanti tavoli cui sono stati chiamati a sedere magari anche nella poltrona più comoda, forse come indennizzo per il galoppinaggio prestato, per un posto che forse era meglio non occupare o per uno scranno al quale la gente si è guardata bene di innalzare.

  • Rosadini l.

    Il segretario comunale PD, il maestro, tutt’altro che politico, Danilo Serafini, e forse il solito burattinaio politico che prepara i comunicati stampa per l’ uno e per l’altro, creando una “realta’ virtuale”.
    Questo è il PD locale, pare.
    Essendo in tre trovano ovviamente il tempo di parlare non del Pd ma di FI dimenticando che chi aveva occupato poltrone senza averne titolo era proprio il Pd e colui che nonostante dichiarato decaduto è stato addirittura ripresentato candidato a sindaco, ma forse ancora il maestro non c’ era anzi non era ancora stato illuminato da così tanta strategia politica.
    Dimenticano che FI è stata sicuramente determinante per ripristinare la legalità a Castiglion fiorentino nel momento in cui gli amici politici del maestro consumavano il dissesto e candidavano poi a sindaco chi non era candidabile.
    Viene un dubbio
    Il maestro si è reso conto che il suo partito ha perso sonoramente a Castiglion Fiorentino e successivamente anche ad Arezzo ? E che FI e’ stata determinante per le sconfitte del PD ?

  • danilo serafini

    non so con chi ho il piacere di conferire (fortunatamente) solo virtualmente; ma tra le tante fesserie dette, una cosa è vera!ho fatto per 31 anni e spiccioli il maestro elementare e ne vado fiero, insieme alla qualità del rapporto instaurato con centinaia di famiglie. La pochezza delle persone si vede quando non avendo argomenti si lasciano andare a considerazioni sciocche sul piano personale di chi vorrebbero contraddire: che bisogno c’è? ma io almeno una certezza l’ho data: ho esercitato un preciso lavoro che può anche servire a battute ignobili. Per altri non sarebbe possibile in quanto in pochi han capito quale sia o sia stato il loro lavoro. Ah..tanto che si va sul personale, invito a controllare il casellario giudiziario del sottoscritto: è pulito e non grazie ad una delle mie care cimose!!!!

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare