Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Daniele Monacchini

    Sapete cosa penso del PD. A me le alleanze con il PD vanno bene come mezzo per fare le primarie, in tal senso SeL, oltre a una necessaria definizione del prorpio programma, che andrebbe condiviso con i prorpi iscritti e i propri simpatizzanti (vedi gli incontri nazionali sulla legge elettorale e vedi il dibattito che ne è scaturito nel sito di SeL) forse per superare il 5-6 %, nel quale SeL si attesta, anche quando candida sindaci, presidenti del proprio orizzonte politico (Pisapia, Zedda). In tal senso vedo un duplice impegno nel definire il programma e nel far crescere delle personalità che possano rappresentare uno spettro che un partito non proprio di massa come SeL non può oggi, ma potrà esprimere domani. Lo stesso Doria, lo dice lui stesso che esprima molto di più della semplice appartenenza ad un partito e lo dice e lo ripete di essere un indipendente candidato da Sel. Comunque mi piace il suo messaggio: la politica è un servizio e deve avere una durata dopo di che ritornare alle proprie attività. Con stima D.

  • Andrea Mazzeo (Giovani Comunisti Cortona)

    La notizia di Mauro Romanelli in consiglio regionale che passa con SEL, infischiandosene del fatto che è stato eletto nelle liste della Federazione della Sinistra-Verdi, ve la potevate tranquillamente risparmiare evitando delle patetiche esultanze per questa compravendita che SEL mette in atto un po’ in tutta italia.

  • Daniele Monacchini

    Purtroppo, caro Andrea, mi dispiace per la tua giovane età, ma ti dovrai ricredere, perchè la compravendita di voti e di posti la mettevano in atto a Perugia, anche gli uomini di Rifondazione, nella figura dell’unico sindaco d’Italia rifondarolo Orfeo Goracci. La cosa ha del clamoroso. Forse vi/ci toccherà rispolverare il garantismo, che era stato usato come scudo dal Berlusca. Capisco la tua grinta, anche a me l’ingresso di Romanelli non entusiasma, ma ti assicuro che non abbiamo i denari per acquisire nessuno! Mentre il tuo partito in Toscana e in Umbria, come oggidì è stato dimostrato, è nei meccanismi del potere. Occupa le Coop, le partecipate come fanno tutti, come fa peraltro Vendola!

  • Andrea Mazzeo (giovani comunisti Cortona)

    Io non mi limiterei ad “occupare” Daniele, io andrei ben oltre. Anche se costituzionalmente non esistono nè l’obbligo di mandato imperativo nè il vincolo di mandato stesso, trovo francamente insopportabile il “cambio di casacca”, chiunque lo faccia, lo si deve condannare SEMPRE! E’ una autentica presa per i fondelli degli elettori a cui ti sei presentato con una personalità certamente, ma anche come “parte di una squadra”. A me pare che vincano sempre i personalismi e sono certo te ne sia reso conto anche te che SEL è ormai palesemente il frutto del personalismo di Vendola. Io voglio una Rivoluzione, vediamo di ricordarcela ancora questa parolina che, lungi dall’essere una utopia, è in realtà una necessità estrema per un Paese ed un capitalismo marcio per sua stessa natura. Chi non lo capisce è perchè non c’ha nemmeno la minima idea di che razza di macelleria umana si sta attuando. Diciamo che le scissioni e certi atteggiamenti di SEL non hanno aiutato la prospettiva che mi pongo e diciamo anche tanto che ci siamo che SEL farò la fine del suo lider a cui si è vincolata così ingenuamente. Il partito comunista invece resisterà sempre, esso non può morire mai, perchè legato ad un ideale scientifico e razionale di speranza. Non è come le persone, il comunismo non muore.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare