Informazioni sull’autore

Articoli correlati

  • Doriano Simeoni

    L’appello del Sindaco Vignini a SEL, gli fa sicuramente onore perchè ne dimostra il senso di responsabilità istituzionale e sono sicuro che la segreteria di SEL come sempre valuterà la situazione senza pregiudizi verso nesuno. La mia personalissima opinione però è che troppo spesso si personalizzano le questioni politiche, quando basterebbe parlarne democraticamente. Qui non c’è un problema di visibilità, come spesso qualcuno del PD dice, o di effimeri vantaggi elettoralistici, men che meno, ma il Sindaco sa come lealmente lo abbiamo sostenuto e in ogni occasione ne abbiamo messo in luce le indubbie capacità. Va però detto e lo abbiamo ripetuto più volte senza essere ascoltati che non tutto funziona e che spetta a lui e non ad altri decidere il da farsi. Può Vignini decidere di mantenere lo status quo ( non so alla fine quanto potrà rendergli. Politicamente s’intende!)oppure può coraggiosamente decidere di cambiare marcia. Perchè? Qualcuno si domanda . Perchè la risposta è nelle parole e gli argomenti usati in questo appello dal Sindaco e cioè che esistono problemi di Patto di Stabilità, di impossibilità di spesa , di mantenimento dei conti in ordine e di garantire il massimo livello dei servizi al cittadino. Tutto vero ! Nessuno dice che non sia così, ma che non diventi la scusa per qualcuno per non far nulla, come è successo fino ad ora, dove qualche amministratore non conosce le normative dela nostra Regione o i programmi da finanziare o di interventi che non costano nulla per migliorare la qualità dei nostri servizi o dei benefici al bilancio. Amministrare, non vuol dire aprire la posta e leggere i giiornali, ma impegnarsi per raggiungere degli obbiettivi e verificarli, ecco quello che non succede a Cortona, ma non parlo di tutti, parlo di alcuni amministratori che stanno li e tirano a campare. Proprio perchè ci sono queste difficoltà finanziarie serve più dinamismo e inventiva per affrontare le questioni. Mi è piaciuta però la frase del… troviamoci con pari dignità, ecco questo può essere il segno e non certo le minacce di espulsione dalla maggioranza o altro che qualcuno agita.

  • Andrea Vignini

    Apprezzo le parole di Simeoni che sembrano riaprire un concreto spiraglio verso un rinnovato dialogo paritario tra i partiti della coalizione, con il comune intento di scongiurare una frattura nella maggioranza che di certo non giova a nessuno. Se ciò che mi viene chiesto è (come mi pare di capire) un impegno personale e diretto per rilanciare in maniera condivisa questo dialogo, dichiaro fin d’ora la mia piena disponibilità. Attendo ovviamente quella risposta ufficiale da parte della Segreteria di SEL cui Simeoni allude.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare