Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • antonio.ceria

    Scusi, Signora Devoti
    ma il candidato a Sindaco di “Cittadini in Comune”, Caporali, non era consigliere comunale Pd e di maggioranza quando governava Brandi ?

    Quindi, si presume, ha approvato i bilanci 2009 e 2010, da cui sono scaturiti i rilievi del Ministero delle Finanze.
    Lo stesso Caporali, alla data del 30 aprile 2011, era in Consiglio Comunale: perchè non ha chiesto a Brandi e Cesarini (allora assessore) le ragioni per le quali non era approvato nei termini il Consuntivo 2010??
    Lei Signora Devoti ha certamente pieno titolo, per la sua storia anche nel centro destra, di ricordare la cattiva amministrazione Brandi- Cesarini, ma il suo capolista alle elezioni comunali era Caporali !!

    Delle due l’una: o il Consigliere Caporali non si è avveduto di quel che accadeva, e quindi appare difficile che possa candidarsi a sindaco se non conosce le dinamiche del bilancio; oppure ha politicamente sostenuto Brandi senza occuparsi di altro, e ciò, sempre sul piano squisitamente politico, appare ancor più incomprensibile.

  • Anna Gloria Devoti

    Gradirei rispondere ad Antonio Ceria, in quanto le sue osservazioni non offrono alcuna soluzione in merito alla gravosa situazione finanziaria . Non è certamente ricordandomi dell’appartenenza di Ugo Caporali all’Amministrazione Brandi, a consentirmi di trovare, come si suole dire, “il bandolo della matassa”,visto che né i Revisori dei conti, né la Corte dei Conti ,vidimando i bilanci pregressi, sono riusciti a evidenziare le 16 illegittimità presenti dal 205 al 2010, come poi hanno fatto, nel marzo 2011, gli ispettori Ministeriali delle Finanze. Non è questione di maggioranza o minoranza, quanto di trasparenza e lealtà politica. Ugo Caporali ha avuto il coraggio di uscire da un sistema mal condotto ed ha chiesto, come altri cittadini castiglionesi, l’intervento della Magistratura per una giustizia dovuta. Chi ha sbagliato dovrà pagare ed anche lui, se ci saranno gli estremi , è pronto a farlo. C’è chi fa politica in un modo e chi in un altro. Certi atteggiamenti, di scarsa trasparenza o di pochezza politica, non fanno parte della nostra indole o condotta di vita, che vanno al di sopra, dall’essere di destra o di sinistra. Devoti Anna Gloria

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare