Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Stefania Salvini

    La pubblicità è ormai una regola assodata in tutto il mercato mondiale, quindi se questa vale, X il detersivo, piuttosto che X le auto, o la telefonia, il vino ecc ecc, non vedo perché non dovrebbe funzionare X un opera d’arte. Nella quantità delle persone raggiunte dal messaggio sta il vantaggio. Più gente vedrà lo spot i più probabilità di ritorno ci saranno, credo che in fondo sia una regola matematica. Quindi non dovremmo preoccuparci del fatto che i potenziali visitatori, allorquando giunti nel luogo, non troveranno la tale opera, infondo,l’hanno comunque già vista. Dovremmo preoccuparci e fare in modo che vengano…. Nel presupposto è nella convinzione che comunque, quel luogo potrà offrire loro altro, e possibilmente anche di meglio!!
    Io sono X la massima visibilità delle nostre opere, altrimenti chiuse in musei dove la visibilità e fruibilità è noto essere veramente limitata!!!

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare