Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • maurizio seri

    Caro Direttore,
    Ho letto con interesse, come sempre, il tuo pezzo. Se ti scrivo è per dirti che le tue legittime considerazioni, almeno per quanto mi riguarda, non sono condivisibili.
    Mi spiego: forse l’Anci ed i Comuni si sono mossi in ritardo non prevedendo l’imprevedibile e cioè che il Governo si rimangiasse tutti gli impegni presi con la conferenza degli enti locali. Credo che agire prima di conoscere gli esiti sarebbe stato considerato da tutti, organi di stampa compresi, un atteggiamento strumentale e demagogico, ecco i soliti sindaci che si lamentano. Oggi la realtà dei fatti è che ai comuni mancano quelle risorse che il governo si era impegnato a dare non più tardi di un mese fa. Non si conosce l’ammontare totale delle risorse. In pratica lo stato fa cassa non trasferendo soldi ai comuni. Mettendo i comuni stessi o gran parte di loro in grave difficoltà per l’anticipazione di cassa che nel mese di giugno, con le rate dei mutui in scadenza, ha toccato i livelli massimi.
    Sul fatto poi che ogni comune ha pensato ai propri interessi lo trovo un po’ ingeneroso, almeno rispetto alla Valdichiana, visto che tra le nostre Amministrazioni in questi anni c’è stata e c’è una grande collaborazione in molti ambiti. Si potrebbe fare di più, certamente,e l’auspicio è in questo senso. Credo, però, che dopo questa manovra assisteremo, nei prossimi mesi, ad un inevitabile e preoccupante affievolirsi del ruolo e dell’attivismo delle amministrazioni locali. Qualche Sindaco penserà, a ragion veduta, visto che il proprio ruolo sarà fortemente ridimensionato per le scelte che non si potranno fare e le decisioni che non si potranno prendere, di farsi da parte. Tutto questo avrà come conseguenza l’acuirsi della crisi economica e porterà con sè tensione sociale difficile da gestire. Qualcuno scherza con il fuoco, ma con il fuoco spesso ci si brucia.
    Spero, sinceramente, di essere smentito quanto prima.
    Grazie.
    Maurizio Seri

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare