Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Andrea Vignini

    In questo caso mi piace rispondere più nelle vesti di bibliotecario (che è la mia professione), piuttosto che come Sindaco di Cortona. Le biblioteche non sono tutte uguali e quelle comunali in particolare si dividono in biblioteche di pubblica lettura e biblioteche di conservazione. Fra le seconde si può computare, a pieno titolo, la Biblioteca di Cortona che ospita fondi storici prestigiosi, cinquecentine,incunaboli ecc. In queste strutture non si può sostituire con leggerezza la specifica professionalità del bibliotecario perché si rischierebbe di incorrere in danni irreparabili al patrimonio librario, in conseguenza dell’imperizia, magari involontaria, nel maneggiare oggetti che sono veri e propri tesori. Tanto meno si può ricorrere al volontariato, soluzione meritoria per il senso comune, ma di legittimità alquanto dubbia. Peraltro non mi risulta che vi siano molti Comuni delle nostre dimensioni che possano vantare la presenza di due biblioteche, una di pubblica lettura e una (appunto) di conservazione, nel loro territorio(segno inequivocabile dell’attenzione che le varie Amministrazioni hanno sempre posto all’argomento). Alla luce di quanto ho affermato, è chiaro che l’unica soluzione possibile per consentire al bibliotecario di fruire delle sue meritate ferie, preservando al contempo la sicurezza del patrimonio librario fosse proprio la chiusura della biblioteca (peraltro per un breve periodo). Certo, se potessimo assumere, se potessimo spendere, se non fossimo stati taglieggiati nei nostri bilanci, se non ci fosse il patto di stabilità, avremmo potuto trovare soluzioni diverse (sempre senza prescindere dalla professionalità e dalla competenza necessarie), ma purtroppo così non è. Insomma caro Michele, senza voler polemizzare a tutti i costi, mi sembra che questa volta proprio non ci hai azzeccato. Parola di bibliotecario.

  • Michele Lupetti

    Ringrazio il Sindaco per la risposta con cui ha riassunto i motivi fondanti di questa scelta, che credo fosse giusto venissero espressi pubblicamente con chiarezza. Nella comunicazione degli enti pubblici si tende infatti a esternare solo gli eventi positivi lasciando in sordina il resto.
    In questo, quindi, credo di averci azzeccato, o perlomeno di essere stato utile

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare