Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Andrea Vignini

    Ho ricevuto anche io la mail in oggetto, questa è la risposta che ho inviato:

    Gentili Architetti,
    ricordo perfettamente il vostro progetto di cui, a suo tempo, mi parlo’ Enrico Lavagnino. Devo pero’ puntualizzare alcuni aspetti fondamentali che sono radicalmente mutati rispetto al periodo in cui fu scritto l’articolo cui fate riferimento:
    Innanzitutto la proprietà, che non e’ del Comune (mai stata), ma della Provincia di Arezzo che ha acquistato il palazzo dell’ex ospedale dalla ASL con l’intento di mantenerlo pubblico (parlo del corpo principale, mentre gli edifici collaterali sono stati acquistati da imprenditori privati che stanno già procedendo a ristrutturarli per uso residenziale)
    In secondo luogo la destinazione che e’ esplicitamente dichiarata nella delibera di giunta provinciale che autorizzava l’acquisto. L’immobile era ed è destinato a divenire sede del locale Liceo Classico che attualmente e’ ospitato in locali affittati dalla stessa Provincia.
    Al di la’ di questo, il problema fondamentale non e’ la destinazione progettuale e neppure la fantasia, ma, molto più prosaicamente, la mancanza di fondi sufficienti da destinare alla ristrutturazione dell’edificio.
    Infatti i pesanti tagli ai bilanci degli Enti Locali e il famigerato Patto di Stabilita’ hanno drasticamente ridotto la capacita’ di investimento delle province. Parliamo di un investimento complessivo che si aggira sui 3 milioni di euro.
    E’ evidente dunque che il vostro contributo progettuale, peraltro apprezzabilissimo, ha scarse possibilità di venire attuato, almeno nel breve periodo, al pari purtroppo della destinazione originariamente stabilita. Se le prossime Leggi Finanziarie non modificheranno l’attuale impostazione così penalizzante per gli Enti Locali, sara’ semplicemente impossibile procedere ad ogni intervento di riqualificazione dell’edificio in oggetto in tempi brevi.
    Questa e’ purtroppo l’amara verità: non solo vengono tagliate le risorse a Comuni e Province, ma, paradossalmente, viene loro impedito perfino di spendere i fondi provenienti dalla fiscalità locale che così giacciono inutilizzati. Di questo d’altra parte si sono recentemente resi conto perfino alcuni partiti di governo. Attendiamo speranzosi che siano conseguenti alle loro pubbliche dichiarazioni.
    Cordiali saluti.

    Il Sindaco di Cortona
    Andrea Vignini

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare