Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Guido Guerrieri

    L’idea della necessarietà di un mandato popolare che legittimi il Governo è un’idea populista ed è l’idea da cui è nato il populismo berlusconiano ed in parte anche quello grillino.
    Il Governo, qualunque esso sia, trova la sua legittimità nella fiducia che il Parlamento gli dà. Punto.
    E’ il Parlamento, grazie a dio, che è espressione della volontà popolare (espressa l’altro ieri, mica quarant’anni fa).
    Poi può darsi che si arrivi ad elezioni. Ma l’idea iniziale dovrebbere essere provare obbligatoriamente a garantire un Governo stabile, di durata.
    Anche nel dire che siamo tutti d’accordo nel ritenere che le politiche economiche e finanziarie dell’UE siano ingiuste ci andrei cauto. Forse possono essere tutti d’accordo quelli che hanno fatto politica per una vita basando il loro consenso (e le loro clientele), da una parte e dall’altra, sul debito pubblico aggravando le spalle delle giovani generazioni. Le politiche economiche e finanziarie dell’UE saranno forse dolorose e in parte inique, ma molto probabilmente necessarie.
    E inoltre non ci sono imposte, ma partecipiamo anche noi alla loro definizione. Con riferimento a questo aspetto infatti, nessuno vieta che possano essere rinegoziate; gli impegni possono essere modificati ovviamente, ma altrettanto ovviamente, finché non lo sono, devono essere rispettati.
    Tuttavia quando ci sono le elezioni europee (e ci saranno nel 2014, nel 2014 saranno quelle le consultazioni veramente importanti, altro che le amministrative della Valdichiana), quale partito le prende mai sul serio? Ad ogni tornata di elezioni europee, in campo italiano i partiti si sfidano per misurare il livello del loro consenso interno in quel momento e nulla più, così modificando eventualmente gli equilibri interni. E poi ci venite a parlare di iniquità delle politiche europee… comici!

  • Remo Rossi

    Ribadisco che il voto non ha legittimato un Governo Centro-Sinistra Grillo, inoltre un accordo di questo tipo sarebbe una iattura per la sinistra condizionata dalle pretese sconsiderate del M5S. Quato alla politica economica UE, credo che patto di stabilità rigido sugli investimenti e non solo sulla spesa corrente, mortifichino la possibilità di ripresa e la possibilità di creare nuovi posti di lavoro. Tutto qui.

  • Guido Guerrieri

    Il voto ha legittimato un Parlamento, e il Parlamento potrà legittimare qualunque Governo sarà in grado di ritenere opportuno, tutto qui. O vogliamo togliere la sovranità al Parlamento?

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare