Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • Stefano Milighetti

    Anche io sui contenuti della precedente lettera ho avuto alcune perplessità tuttavia quello che mi sento in dovere di dire e ribadire, non ha tanto a che fare con l’acquisto dell’immobile (che rappresenterebbe una boccata d’ossigeno per le malandate casse di Castiglion Fiorentino). Quello che è fondamentale è la RESPONSABILITA’. Questa situazione è frutto di un errore grave e il responsabile o i respnsabili devono rispondere del loro operato. In questo momento a pagare, nel senso letterale del termine, sono solo i cittadini castiglionesi (tagli di posti e servizi, aumenti veri) che però non hanno gestito la Cosa Pubblica negli anni passati, ma che guarda caso devono “cacciare” i soldi. Se la Regione compra il Santa Chiara bene, però questo non deve rappresentare un colpo di spugna. Se un operaio, un libero professionista o un imprenditore commentte un errore da quasi 4 milioni di euro (3.778.021,00 euro è la cifra indicata dal Sindaco nella sua lettera ai cittadini data 2 agosto 2011) andrà in contro a conseguenze gravi (e poi si sbandiera al vento come un atto degno di lode che si sono sospesi i compensi quando invece è il MINIMO che potevano fare).
    Perchè devono esserci quindi due pesi e due misure? Troppo comodo il sistema Italia.

  • Maurizio Tacconi

    Sicuramente l’allegra o spovveduta finanza della precedente amministrazione non può ricadere sui cittadini, bene fa il Presidente della Regione ad intervenire se le sue casse lo permettono ed i Castiglionesi dovrebbero solo applaudire ed essere riconoscenti, si attenderanno però anche di vedere sanzionare chi ha combinato tutto ciò.

  • Alberi Claudio

    Guardi Signora Alcherigi,
    che chiunque interviene sulla sitauzione di bilancio del Comune, non aggredisce proprio nessuno; il conto consuntivo 2010 doveva essere presentato entro il 30 aprile 2011, il bilancio preventivo 2011, dopo la proroga, entro il 31 agosto 2011.
    Credo che sia necessario, e lei come cittadina dovrebbe essere soddisfatta, delle inziative di controllo di tutte le opposizioni, ed anche dei consiglieri regionali pdl, nelle sedi competenti.
    E’ questo il compito dell’opposizione, ma sarebbe anche il compito dei consiglieri di maggioranza: e’ la democrazia !!
    Sulla vicenda “Santa Chiara”, non credo sia un acquisto utile a salvare le casse comunali: e poi chi fissa il prezzo, perchè la regione dovrebbe pagare con soldi pubblici, e senza gara, un bene immobile con prezzo fissato in base al presunto buco di bilancio ?
    Guardi che si tratterebbe di una forzatura delle procedure di legge assolutamente inammissibile, e tale da scaricare su tutti i cittadini toscani il malgoverno di alcuni amministratori locali.
    I casi che lei riporta sono diversi, e per la Asl di Massa e Carrara la situazione è ancor più diversa e grave.
    Solo con il commissariamento si farà piena luce a castiglioni e sarà possibile risanare i conti: o lei crede davvero che li possano risanare gli attuali amministratori ?

  • marinella

    Credo che sia legittimo ed auspicabile che Cesarini cerchi tutte le possibili fonti di entrate e che l’interesse dei castiglionesi debba essere quello della chiusura del bilancio e non del commisariamento se possibile, ma non ad ogni costo. Legittimo e aupicabile che il comune ceda immobili se necessario. Però i soldi della regione sono i nostri, pertanto l’interesse primario è che acquisti di immobili avvenissero secondo le leggi di mercato e non arbitrariamente. E’ vergognoso che il prezzo del santa chiara lo faccia non il mercato in un’asta pubblica, bensì la regione con un ragionamento del tipo Quanto è il buco Cesarini? 4 milioni e rotti? allora il santa chiara vale 5 milioni. I castiglionesi onesti pertanto non possono auspicare che tale procedura si concretizzi anche se ciò dovesse voler dire commissariamento ed un periodo di grossi sacrifici. Non si possono usare due metri e due misure. Dobbiamo essere garantisti e trasparenti anche quando questo pregiudica il nostro interesse. Mi ripugna leggere che qualcuno affermi che dovremmo gioire ed essere omertosi di fronte all’ennesima combinata all’italiana. Mi ripugna leggere che questo ennesima furbata e malagestione dei soldi pubblici si debba giustificare perchè fatto in passato. Scommetto che lei è pure una di quelle che si idigna di fronte al Tg nazionale.

    MARINELLA GRAZIANI

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare