Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • umberto telarico

    E’ vero, una buona parte delle “colpe” le abbiamo noi cittadini medi comuni. Tutte le volte che siamo andati a votare (il sottoscritto sono circa 20 anni che annulla le prorie schede presso il seggio dove è chiamato ad “esprimere la propria opinione (sic)”, perchè, molti sono convinti di ciò, bisogna comunque votare il “meno peggio”; il fatto è che il “meno peggio” è comunque un fottuto bastardo, ladro, prevaricatore ed estorsore al cui paragone -il comune rapinatore con la pistola- ci fa la figura di un “filantropo”-. La colpa è di coloro che non hanno il coraggio civico e la dignità intellettuale di contestare tutte le scelte sbagliate e i privilegi della così detta ” Casta dei miei cog…ni”, di scendere in piazza e e costringere, con le buone o le cattive, questa masnada di fetenti ad andare a fare in cu…o una volta per sempre. Per ora i disperati (ex lavoratori, pensionati ed imprenditori) tutti strozzati da equitalia e tasse “salva-Italia”; molto presto la gente capirà che bisogna “punire” chi ci comanda, coloro che, seduti su una fottuta morbida poltrona, decidono della vita e della morte della gente! Io, che ora ho 60 anni ed ho fatto il mitico 68, sono pronto a scendere in piazza e riprendere a lottare come feci allora: senza paura delle botte, dei lacrimogeni, delle manganellate e della prigione. Contro il potere amorale e criminale della finanza, dei banchieri, degli “sceriffi di Nottingam” tipo Monti, Draghi, quella piagnona isterica della Fornero, quel nano arrogante di Brunetta, della figlia “illegittima” di Hitler ossia la Merkel, di quel manichino da sfilata di Sarkozy e tutti quei parassiti dei politici -dal primo all’ultimo compreso Obama fino al Napolitano nostrano-.Questo lo dobbiamo ai miei figli, ai disperati ed ai diseredati di questo schifoso mondo.
    Umberto Telarico

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare