Informazioni sull’autore

Michele Lupetti

Michele Lupetti

Colui che nel lontano 2006 ideò tutto questo. Beatlesiano da sempre (corrente-Paul Mc Cartney) coltiva strane passioni cinematografiche e musicali mescolando Hitchcock con La Corazzata Potemkin, Nadav Guedj con i Kraftwerk. I suoi veri eroi, però, sono Franco Gasparri, Tomas Milian, Maurizio Merli, Umberto Lenzi... volti di un'epoca in cui sarebbe stato decisamente più di moda: gli anni '70

Articoli correlati

  • ALESSANDRO AGNELLI

    CONDIVIDO IN PIENO QUANTO AFFERMATO IN QUANTO IL REFERENDUM SECONDO ME ERA MOLTO DEMAGOGICO E PERFETTAMENTE NON APPLICABILE (SOLTANTO ILLUSORIO), UN NON SENSO. NON CAPISCO DOVE VOGLIANO ANDARE A TROVARE QUESTI SOLDI CHE OCCORRONO COMUNQUE ALLE IMPRESE PER DISTRIBUIRE L’ACQUA (BUONA PERFINO COME NEL CASO DI NUOVE ACQUE) E PER GESTIRE GLI IMPIANTI.
    NON SOLO DOVE TROVANO I COMUNI I SOLDI PER ULTERIORMENTE DISTRIBUIRE L’ACQUA A CHI (E SONO MOLTI) NON SONO ANCORA RAGGIUNTI DAGLI ACQUEDOTTI PUBBLICI.
    PENSANO FORSE CHE SIANO GRATIS, CHE PAGHI LA MERKEL O QUALCUNO DALL’ALTO???
    MA PAZZESCO VERAMENTE.

  • stefano

    Sansevero è poco informato. Nel nostro ordinamento la Corte Costituzionale nell’ammettere un quesito referendario deve valutare se la normativa residua è immediatamente applicabile ove il referendum vincesse. La sentenza della Corte di ammissione sancisce ufficialmente questo aspetto. Il decreto ministeriale del metodo normalizzato è solo un atto amministrativo che automaticamente decade quando a monte non vi è più una norma di legge che lo giustifica.
    Per quanto riguarda i costi del servizio etc è falso sostenere che il profitto serve per fare gli investimenti e altro. Il profitto serve per fare utili da distribuire ai soci (privati ma anche pubblici): per esempio Publiacqua ha avuto utili nel 2010 per oltre 16 milioni di euro e Nuove Acque per oltre 2 milioni di euro. Sono queste somme che devono essere cancellate: la gestione del servizio idrico deve chiudersi in pareggio. Così hanno sancito 27 milioni di cittadini. Chi cerca di svicolare è un fuorilegge.

  • IL Sansevero

    Rispondo volentieri al Sig. Stefano il quale mi accusa di essere male informato rispetto alla questione. Autorevoli pareri indicano che “riguardo all’abrogazione dell’art. 23 bis del DL n. 112/08, come evidenziato dalla Corte costituzionale in sede di giudizio di ammissibilità del quesito referendario in questione (Corte cost. sent. n. 24 del 26/01/11), da essa consegue l’applicazione immediata nell’ordinamento italiano della normativa comunitaria in materia di affidamento di servizi di rilevanza economica. Riguardo invece all’abrogazione dell’inciso “dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito”, nel comma 1 dell’art. 154 del D.Lgs. n. 152/2006, urgente appare la necessità dell’emanazione del decreto ministeriale, previsto al comma 2 dello stesso art. 154, di definizione delle componenti di costo per la determinazione della tariffa. Decreto che dovrà tener conto dell’intervenuta abrogazione e della persistente “nozione di tariffa come corrispettivo, determinata in modo tale da assicurare «la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio secondo il principio del recupero dei costi e secondo il principio “chi inquina paga”» (Corte cost. sent. n. 26 del 26/01/11, relativa all’ammissibilità del quesito n. 2).
    Una volta pubblicato tale decreto, le singole Autorità di ambito dovranno quindi procedere all’approvazione della nuova tariffa del SII da applicare, da parte dei singoli Gestori, all’utenza” Tutto qui. Ma non era mia intenzione entrare in questioni tecnico-legislative, la mia attenzione era rivolta a quanti pur essendo all’interno delle istituzioni in funzioni di governo, assumono atteggiamenti che mal si conciliano con il proprio ruolo. Credo che il sig. Stefano concorderà con me sul fatto che forse è meglio portare le istanze dei cittadini dentro le varie assemblee o nei consigli di amministrazione per modificare le cose piuttosto che salvarsi la coscienza votando una mozione che poi lascia il tempo che trova
    IL SANSEVERO

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare