Informazioni sull’autore

Redazione

Redazione

Al servizio di voi lettori, al servizio della Valdichiana, del suo territorio, delle sue energie. Non esitate a contattarci, segnalando notizie, eventi e quant'altro.

Articoli correlati

  • Felice De Lucia

    Ho ascoltato anch’io con estremo interesse l’intervento di Petrini.Aggiungerei due cose all’interpretazione fornita nella cronaca dell’evento.
    a.Il riferimento costante e competente di Petrini alle vicende strutturali dell’agricoltura italiana (proprietà,impresa,occupazione e relative problematiche sindacali).
    b.La lungimirante correlazione tra politiche di rilancio dell’agricoltura secondo più aggiornati paradigmi tecnico-scientifici (meritoriamente portati alla conoscenza dell’opinione pubblica da veri innovatori come Petrini)e politiche dell’occupazione :rese sempre più urgenti dalla perdita di posti di lavoro e dall’impoverimento di massa provocati dalla crisi.In fondo l’obiettivo di una maggiore consapevolezza alimentare conquistata attraverso un nuovo rapporto produzione-consumo del cibo richiede,per essere praticato seriamente,un intervento riformatore sulle strutture agrarie.Fossilizzate dai tempi della riforma agraria e del grande esodo dalle campagne tra gli anni ’50 e ’60.Con le relative conseguenze sulla struttura produttiva e sociale del paese.Bisognerebbe mobilitare gli enti territoriali per promuovere progetti che integrino il duplice obiettivo di rilanciare territorialmente produzione agricola ed occupazione.Credo che Petrini ,se avesse avuto più tempo a disposizione ,avrebbe fornito molti spunti in proposito.Per altro verso,si pensi al suo riferimento arguto e polemico alla gastronomia televisiva e relative bufale ,per meglio intendere la logica complessiva dell’intervento e le sue reali preoccupazioni.

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare