ValdichianaOggi http://www.valdichianaoggi.it La testata giornalistica della Valdichiana, il meglio di notizie, sport, cronaca, opinioni, comunicati, rubriche, dibattiti e blogs. Fri, 18 Jan 2019 12:03:32 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.0.3 Incontro per la nascita dell’Osservatorio Turistico di Destinazione dell’ambito Valdichiana Aretina http://www.valdichianaoggi.it/notizie/incontro-per-la-nascita-dellosservatorio-turistico-di-destinazione-dellambito-valdichiana-aretina/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/incontro-per-la-nascita-dellosservatorio-turistico-di-destinazione-dellambito-valdichiana-aretina/#respond Fri, 18 Jan 2019 12:03:27 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52084 Prosegue il percorso di collaborazione tra i comuni della Valdichiana nell’ambito turistico dello sviluppo. I Comuni delle Valdichiana Aretina (Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Cortona,  Lucignano, Marciano della Chiana,  Monte San Savino, Foiano della Chiana) dopo aver deliberato l’avvio del progetto di Gestione Associata dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica ed aver sottoscritto una convenzione con Toscana […]

L'articolo Incontro per la nascita dell’Osservatorio Turistico di Destinazione dell’ambito Valdichiana Aretina proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Prosegue il percorso di collaborazione tra i comuni della Valdichiana nell’ambito turistico dello sviluppo.

I Comuni delle Valdichiana Aretina (Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Cortona,  Lucignano, Marciano della Chiana,  Monte San Savino, Foiano della Chiana) dopo aver deliberato l’avvio del progetto di Gestione Associata dei Servizi di Informazione e Accoglienza Turistica ed aver sottoscritto una convenzione con Toscana Promozione Turistica, hanno deciso di promuovere la costituzione di un Osservatorio Turistico di Destinazione (OTD) di Ambito, secondo quanto previsto dall’art. 6, 7 ed 8 della Legge Regionale sul Turismo.

Mercoledì 23 gennaio alle ore 15,30 presso il Centro Convegni S.Agostino a Cortona è in programma l’incontro per illustrare le fasi costitutive, le attività e le azioni dell’OTD (Osservatorio Turistico di Destinazione) di Ambito Valdichiana Aretina,


E’ un passo strategico, dichiara il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri responsabile della gestione associata di Valdichiana Aretina. L’Osservatorio Turistico Destinazione è un’attività di confronto e misurazione sui fenomeni collegati al turismo orientata alla valutazione, in modo continuativo, della sostenibilità e competitività delle attività di accoglienza territoriale, in un’ottica di dialogo sociale.

E’ uno strumento di “governance territoriale” da fare assieme. L’incontro, infatti, è aperto a tutti coloro che a vario titolo partecipano allo sviluppo e alla promozione turistica della Valdichiana.

Il mio appello, afferma ancora Francesca Basanieri, è rivolto agli operatori turistici, imprenditori, associazioni di categoria, associazioni no profit culturali, sociali e sportive, proloco, stakeholders del settore turistico e chiunque abbia interessi in questo settore, affinché partecipino e portino il loro contributo di idee e progetti.”

Obiettivo dell’OTD è avere uno strumento partecipativo per:

·         adottare una strategia comune, condivisa ed integrata fra i Comuni dell’Ambito e tra l’Ambito e la Regione Toscana;

·         programmare con tutti gli stakeholders le attività di promozione a medio – lungo termine dell’Ambito Valdichiana;

·         ottimizzare le conoscenze, le professionalità e le competenze presenti sul territorio;

·         ottimizzare e condividere le strategie di promozione e comunicazione;

·         incentivare un modello di sviluppo sostenibile, coerente con l’identità e le potenzialità dell’ambito territoriale di riferimento.

Alla riunione saranno presenti Francesca Basanieri– Sindaco Comune di  Cortona, comune responsabile della gestione associata di Valdichiana Aretina, Sindaci e Amministratori dell’ambito turistico Valdichiana Aretina, Alessandro Tortelli– Direttore scientifico Centro Studi Turistici, partner tecnico individuato per la gestione dell’OTD di ambito, i Responsabili Regionali, referenti di Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana.

L'articolo Incontro per la nascita dell’Osservatorio Turistico di Destinazione dell’ambito Valdichiana Aretina proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/incontro-per-la-nascita-dellosservatorio-turistico-di-destinazione-dellambito-valdichiana-aretina/feed/ 0
Incontri inattesi a Chiang Mai, nord Thailandia, meta turistica internazionale http://www.valdichianaoggi.it/blogs/incontri-inattesi-a-chiang-mai-nord-thailandia-meta-turistica-internazionale/ http://www.valdichianaoggi.it/blogs/incontri-inattesi-a-chiang-mai-nord-thailandia-meta-turistica-internazionale/#respond Fri, 18 Jan 2019 10:02:33 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52081 Sorpreso ormai non più di tanto, nel gruppo di persone con guida locale parlante inglese l’unica di tale lingua madre era britannica; due studenti giovanissimi erano messicani, cinque peruviani, nonno nonna figlia e nipoti parlanti spagnolo dai lineamenti estremo orientali, mescolati a noi italiani formavamo una comitiva, per la mia esperienza, insolita. Una ventina d’anni […]

L'articolo Incontri inattesi a Chiang Mai, nord Thailandia, meta turistica internazionale proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Sorpreso ormai non più di tanto, nel gruppo di persone con guida locale parlante inglese l’unica di tale lingua madre era britannica; due studenti giovanissimi erano messicani, cinque peruviani, nonno nonna figlia e nipoti parlanti spagnolo dai lineamenti estremo orientali, mescolati a noi italiani formavamo una comitiva, per la mia esperienza, insolita. Una ventina d’anni fa, in tour nel Nord Thailandia, eravamo due italiani e otto di lingua inglese, oceanici: neozelandesi e australiani. Che dall’Oceania giungessero in massa nella “giocheria” mondiale era risaputo. Tra costoro, anziani pensionati a consumare il loro tramonto, e giovani impegnati nel gran tour post laurea. Invece non  m’era capitato incontrare persone distanti trentotto ore di viaggio, come i ragazzini messicani nell’escursione classica da Chiang Mai al Triangolo d’oro. Prova del fascino attrattivo di quei luoghi, del clima, della qualità della vita,  per viaggiatori da tutto il mondo. Essendo combinate molte giornate festive a ridosso di Capodanno, prevedendo mescole linguistiche straordinarie, ci siamo limitati a partecipare a una sola escursione organizzata da operatori turistici. Mentre, per fatti nostri, ogni giorno con autisti diversi abbiamo vissuto gran parte delle mete confusi tra  la gente del posto, in festa. Più affollati: i templi e il giardino reale, Royal flora nel palazzo Bhubing. Il richiamo religioso di folle consentiva osservare, senza l’assillo delle guide, il contegno dei fedeli. Come nel panoramico tempio Doi Suthep, sopra Chiang Mai, a oltre mille cinquecento metri di altitudine, circondato da foreste. Luogo sacro, amalgama di religioni presenti nel sudest asiatico. Più venerate le statue del Buddha. Coperto da stole dorate, il Buddha  è vestito nella stagione anche qui considerata  invernale, pur nella calura per noi estiva. Seguivano nella venerazione statue di monaci scomparsi in odore di santità, e un olimpo di divinità e figure mitiche religiose buddiste, induiste, confuciane, descritte nel libro “Ka”, di Roberto Calasso. A scelta, il devoto si prostrava al suo idolo, offrendo bastoncini profumati accesi, serti floreali e foglie d’oro. Altri pregavano facendo suonare, una ad una, lunghe teorie di campane bronzee di media grandezza, o percuotendo tamburi e gong rituali. A quest’ultimi strumenti, più rumorosi, erano applicati riduttori di sonorità. Onde evitare che la devozione si trasformasse in schiamazzo. Di fatto,  nonostante la massiccia adesione, tutto scorreva in sommessi brusii. Da estranei ammiravamo quell’esito spettacolare: presenze composte, a basso impatto sonoro. Nello scorrimento lento e silenzioso i fedeli non sembravano disturbati dai turisti, ai quali era chiesto solo il rispetto della quiete e di togliersi le scarpe. Stessa pacifica calca umana, in processione intorno allo stupa o all’interno del tempio-pagoda, notavamo al Wat Phra That di Lampang Luang. Circondato da vecchie mura ben conservate che racchiudono anche un antico tempio ligneo. Fuori le mura sostano carrozzelle trainate da cavallini, oggetto di foto ricordo, e adibiti a non saprei quali gite. La località si presta anche ad ameni soggiorni, nella cittadina adiacente il fiume. Comune ai più noti e frequentati templi è il mercato attiguo con ampia tipologia commerciale: vestiario, cibo di strada, gadget di cui sono ingordi i turisti. Tipica, a Lampang Luang, è la produzione e vendita di ceramica fatta a mano, tra cui un galletto. Del quale non conosco il significato simbolico. Presente nelle rivendite di cocci e anche in empori all’aperto di arredi da giardino. Dove trionfano tempietti montati su colonnette cementizie. Animisti e superstiziosi, i thailandesi, nel cortile di casa di fronte all’albergo o al negozio, collocano un tempietto pagoda, su cui posano ogni giorno: acqua frutta fiori e bastoncini profumati. In modo da ingraziarsi gli spiriti del luogo, perché  se trascurati potrebbero vendicarsi procurando guai familiari o aziendali. Qui al Nord, nei cortili, al fianco dei tempietti sono frequenti galletti colorati manufatti. Il Wat Phra Kaeo Don Tao, a Lamphun, è altrettanto venerato, avendo ospitato per 32 anni il Buddha di smeraldo, oggi a Bangkok. La piccola città ha numerosi templi e un museo, attestanti un passato prestigioso attraversato da varie influenze, compresa la birmana. In antico, il Nord Thailandia aveva il suo regno, Lanna (distinto da quello del sud), soggetto a invasioni  di vari popoli, compresi i Khmer dal regno di Angkor. Lasciando tracce nei loro passaggi. Tracce in gran parte incluse con cura nei contesti artistici e architettonici oggi superstiti. Salvo il caso visto a Feng, parco naturale caratterizzato dai soffioni boraciferi. Ai margini d’una specie di autogrill, con annessi soffioni nelle cui acque i viaggiatori bagnano i piedi, cautamente, o vi lessano uova, c’è un bel tempio abbandonato di ispirazione Khmer. Circondato da sterpaglie, senza crepe apparenti sulla  massiccia struttura lapidea, sovrastata da imponenti pinnacoli a forma di pigna, nei quali è evidente la rappresentazione stilizzata del monte Meru, l’Olimpo Indù. In attesa, com’è accaduto in tempi simili ad Angkor, che volenterosi bonzi lo riaprano al culto. Quell’abbandono striderebbe con la cultura tollerante thailandese, terzo paese al mondo per alta percentuale di lettori (meglio non sapere dove è classificata l’Italia!). Laddove sono ben conservati e frequentati circa 300 templi a Chiang Mai, molti inclusi nell’affascinante reticolo di viuzze del centro storico. O, proseguendo verso il Triangolo d’Oro in provincia di Chiang Rai, sono presi d’assalto dai turisti e considerati dai thailandesi luoghi di culto pure edifici strambi costruiti di recente come il Tempio Bianco (Wat Rong Khun o White Temple all’inglese) e la Casa Nera (Baan Si Dum – Museo Bandum), a poca distanza tra loro. Il mistero dell’abbandono del tempio angkoriano di Feng prosegue anche sulle guide ufficiali e su Internet. Dov’è possibile cliccare i nomi riportati in questi appunti ottenendo informazioni di dettaglio soddisfacenti molte curiosità, eccettuato il vecchio tempio, vittima pure dell’obbrobrio edilizio dell’autogrill. Non che scandalizzi tale presenza commerciale. (Gran parte dei templi, infatti, sono assediati da negozi e costruzioni  orrende, i bonzi di tutte le religioni hanno il senso degli affari). Però mi domando il motivo della damnatio del vecchio tempio.

Alla partenza per Chiang Mai, m’ero proposto di tornare a far visita a Salvatore,  costruttore della pensione in cui risiedemmo una ventina di anni fa. Al Soi 5, graziosa stradina nel centro storico. Per ricevere consigli sull’escursioni da compiere. Come bellissima fu quella suggerita da Salvatore: nelle foreste di bambù al confine Birmano. Non lontane dagli accampamenti del generale Khun Sa, il “Re dell’Oppio”. Dove scivolammo in un tranquillo fiume sopra una zattera di bambù.  La guida, non so quanto fantasiosamente, disse che nelle foreste intorno v’erano nascosti Top Gun statunitensi, lanciatisi dagli aerei schiantati nelle foreste per farla finita con la guerra in Vietnam. Trascorremmo una notte in una capanna a osservare, nel buio totale, il passaggio della cometa di Halley, sotto un cielo stellato da cui pareva essere avvolti. Assistemmo a una danza tribale, con gente disposta a spirale dietro a due suonatori di strumenti primitivi, a corda e a fiato, a oltre duemila metri di altitudine. Nello spiazzo illuminato da lumi stentorei a olio, anziani  sorridenti invitavano a bere un distillato di frutta alcolico, forte e odoroso di fumo, fatto alla buona.  Spettacolo al quale seguì una pipata d’oppio dei giovani compagni di viaggio. A me fu proibito partecipare dal compagno d’avventura (anche se, una volta letta sulla guida l’esperienza paradisiaca che avremmo perso, più volte ci siamo riproposti di tornare su quei passi. Ma, si sa, ogni lasciata è persa!). La guida aveva assicurato che l’indomani non avremmo avuto il trip da oppio…però se il giorno seguente, circondato da quei fumati, non mi fossi messo all’opera a raddrizzare la zattera di bambù saremmo marciti per ore nelle acque del placido fiume. L’oppio per residenti e turisti, fu detto, rientrava nei patti tra le autorità e le popolazioni montane convertite al turismo e a coltivare  ficus benjamin al posto delle piantagioni di papavero. Completò il pacchetto, indicato da Salvatore, una passeggiata sul cestello in groppa a elefanti, che, svelti e sicuri, marciarono tranquilli sull’orlo di precipizi. Sui depliant turistici, ancor oggi, si offrono simili escursioni con varianti facoltative: il rafting su zattere di bambù o su gommoni, e fare il bagno agli elefanti. Stavolta, il nostro gruppo ha scartato questa escursione. Non rassicurati, come invece fummo allora, dal buon Salvatore. S’è persa traccia dell’ex assaggiatore siciliano di oli d’oliva, che scelse di finire i suoi anni al caldo. Di per se sarebbe stata una notizia malinconica, ma non in quel contesto in cui si crede alla circolarità della vita nelle reincarnazioni. Se deceduto, Salvatore potrebbe essersi già reincarnato in uno dei tanti marmocchi che la Thailandia ha la ventura di sfornare in quantità impensabili nelle nostre vecchie società postindustriali, prostrate e disgregate dal globalismo.

Turisti fai da te, ogni giorno abbiamo riempito la vacanza con splendide visite.

Chiang Mai e dintorni hanno mille attrazioni, ben organizzate e curiose.

Parchi tematici, come quelli dedicati al recupero di elefanti in difficoltà (di moda, al momento, era partecipare al bagnetto degli elefanti; dal gossip veniva la notizia della presenza dell’ex compagna di Briatore, la Gregoraci, intenta a quella faccenda). O il parco per il recupero delle tigri, meno disposte, immagino, a farsi fare il bidet. In altre parti delle foreste, sono ricostruiti villaggi etnici, con capanne, attrezzi e persone agghindate alla maniera di varie etnie. Per poche centinaia di bath è possibile incontrare le cosiddette “donne giraffa”. Poverette a cui, sin da piccole, venivano applicati al collo anelli che ne deformano il collo, allungandolo. Speriamo che l’attrazione turistica per un fenomeno antropologico del passato non incentivi  altre giovani donne a quell’assurda tortura. (Amo i popoli orientali, ma ne temo la tentazione cinica: combinare business ed esigenze occupazionali di giovani povere). Fantastica s’è rivelata la visita ai giardini floreali intorno alla residenza  reale, poco fuori città. Esperienza sensoriale ed estetica di rara bellezza. Da scatenare il desiderio di scattare fotografie anche al più tiepido visitatore. All’aperto, o in condizioni climatiche indotte, si squaderna alla vista un campionario di flora, non solo tropicale, estraniante, in quei momenti, da ogni altro pensiero se non il rapimento nella magnificenza della natura, in sinfonie compositive prossime a perfezioni assolute.  Di notevole importanza cognitiva risulta anche la visita allo zoo. Presenti migliaia di animali (circa settemila), compresi due panda concessi per dieci anni dalle autorità cinesi. Evidentemente, convinte dalla serietà di quella gestione. Inesperto di zoo, senza opinioni sull’opportunità di tenere in cattività degli animali, tuttavia la bravura degli organizzatori non è in discussione. In poche ore, il visitatore può osservare specie animali senza segni di stress in ambienti salubri e ben tenuti. I numerosi mammiferi sembrano occupati a osservare e farsi osservare in giochi di sguardi tranquilli. O riposano nelle tane. Alla stregua del cagnolino di casa Piero, o dei gatti, pur liberi, che sonnecchiano in angoli disparati domestici. Lo zoo offrirebbe anche spettacoli  serali, a cui non abbiamo partecipato. Preferendo serate al ristorante, o seguendo impulsi turistici in shopping demenziali. Non mancando mille tentazioni. Inclusi il Night Market, il Warorot Market e le numerose manifatture circostanti la città. Introdotti nei laboratori di sete, ombrelli di carta, lavorazioni in pelle, argenti e pietre preziose. Situazioni, facile immaginare ad usum turistico, che svelano procedimenti produttivi. Lo sforzo richiesto è non cadere a eccessive tentazioni di acquisto. Perché a Chiang Mai, tra le tante cose da vedere che richiamano curiosi da tutto il mondo, è necessario vaccinarsi contro il facile acquisto, nel mare di ninnoli e oggetti artigianali che assalgono il turista quali sirene irresistibili.

fabilli1952@gmail.com

L'articolo Incontri inattesi a Chiang Mai, nord Thailandia, meta turistica internazionale proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/blogs/incontri-inattesi-a-chiang-mai-nord-thailandia-meta-turistica-internazionale/feed/ 0
A breve in funzione 5 nuovi punti di videosorveglianza http://www.valdichianaoggi.it/notizie/a-breve-in-funzione-5-nuovi-punti-di-videosorveglianza/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/a-breve-in-funzione-5-nuovi-punti-di-videosorveglianza/#respond Fri, 18 Jan 2019 09:20:43 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52078 A breve entreranno in funzione 5  nuovi punti video sorveglianza e due telecamere di lettura targhe per garantire una maggiore sicurezza alla comunità ed ai turisti. “Questa ulteriore installazione, dichiara l’Assessore alla Polizia Municipale Luca Pacchini, fa parte di una serie di interventi che vede il Comune di Cortona impegnato nel migliorare il controllo del territorio. […]

L'articolo A breve in funzione 5 nuovi punti di videosorveglianza proviene da ValdichianaOggi.

]]>
A breve entreranno in funzione 5  nuovi punti video sorveglianza e due telecamere di lettura targhe per garantire una maggiore sicurezza alla comunità ed ai turisti.

“Questa ulteriore installazione, dichiara l’Assessore alla Polizia Municipale Luca Pacchini, fa parte di una serie di interventi che vede il Comune di Cortona impegnato nel migliorare il controllo del territorio.

Inoltre l’inserimento di telecamere di lettura targhe poste a controllo delle principali vie di accesso potranno fornire indicazioni importantissime in merito alla videosorveglianza per la pubblica sicurezza.”

Le nuove telecamere sono ubicate a Fratta-Santa Caterina di fronte all’Ospedale, a Montecchio del Loto, a San Lorenzo, a Pietraia ed a Terontola. Le due telecamere per la lettura targhe sono invece collocate a Riccio ed a Tavarnelle. Le telecamere, posizionate sulle maggiori direttrici del  territorio comunale  saranno collegate a quelle già esistenti, garantendo un’acquisizione in tempo reale di immagini e filmati non solo da parte della Polizia Locale ma anche dei Carabinieri.

“L’intervento, prosegue Pacchini, è stato interamente realizzato con risorse del Comune di Cortona.

Questo nuovo intervento ha recepito alcuni suggerimenti che erano stati sollevati al tavolo del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, oltre che istanze che erano giunte all’Amministrazione dal territorio. 

Il tema della sicurezza è un impegno primario dell’Amministrazione Comunale di Cortona.

In questo percorso sono stati coinvolti tutti i soggetti istituzionali.

Una risposta concreta per il monitoraggio del territorio. Naturalmente un progetto così elaborato è stato reso possibile grazie ad un lavoro di squadra costante e altamente professionale.

A nome dell’Amministrazione Comunale tutta desidero ringraziare il comando di Polizia Locale per il lavoro svolto per portare a termine il progetto e tutti gli altri soggetti coinvolti che si sono sempre resi disponibili al dialogo per trovare le soluzioni ottimali”.

L'articolo A breve in funzione 5 nuovi punti di videosorveglianza proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/a-breve-in-funzione-5-nuovi-punti-di-videosorveglianza/feed/ 0
San Valentino al Rome Cavalieri http://www.valdichianaoggi.it/turismolibri/san-valentino-al-rome-cavalieri/ http://www.valdichianaoggi.it/turismolibri/san-valentino-al-rome-cavalieri/#respond Thu, 17 Jan 2019 20:07:25 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52075 Il Cavalieri, sempre alla ricerca di esperienze uniche e irripetibili, ha studiato una maniera originale e romantica per suggellare la vostra promessa d’amore. Soggiornando almeno tre notti in una delle suite Vista, Corner, Napoleon, Petronius, Planetarium o Penthouse, sarà possibile vivere un momento senza eguali. A bordo di una Fiat 1100 d’epoca, si parte alla […]

L'articolo San Valentino al Rome Cavalieri proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Il Cavalieri, sempre alla ricerca di esperienze uniche e irripetibili, ha studiato una maniera originale e romantica per suggellare la vostra promessa d’amore. Soggiornando almeno tre notti in una delle suite Vista, Corner, Napoleon, Petronius, Planetarium o Penthouse, sarà possibile vivere un momento senza eguali.

A bordo di una Fiat 1100 d’epoca, si parte alla scoperta dei luoghi più incantati e romantici della Città Eterna, tra piazze, poetici vicoli, porte monumentali e attrazioni millenarie, per giungere infine  a “La Bottega del Cioccolato”, nel caratteristico Rione Monti. Lì si potrà creare il proprio  dolce di San Valentino personalizzato, guidati da esperti maitre chocolatier, che sapranno rendere così la giornata dedicata all’amore realmente unica e speciale.

Al Rome Cavalieri non mancano, naturalmente, anche  i classici e immancabili riti  del giorno più romantico dell’anno. La caratteristica cena di San Valentino è un momento raffinato e straordinario: è possibile scegliere tra il menu proposto da La  Pergola di Heinz Beck – primo e unico ristorante 3 stelle Michelin della Capitale – giocato sul contrasto di sapori, con note piccanti e dolci, che ritroviamo ad esempio nel “Fegato grasso d’anatra con pera e zenzero” o nell’”Astice in crosta di ‘nduja con polvere d’erbe e infuso di bonito”. In alternativa, lo chef Fabio Boschero propone un menu di pesce, con “Ostrica in tempura, maionese di polpo all’anice stellato e aria di lime” e “Gamberi imperiali alle mandorle con spinacino saltato al peperoncino d’Espelette e mandarini caramellati”, da gustare nella romantica atmosfera del Ristorante Uliveto. Per rendere il tutto ancora più dolce non mancano  le golose note dei dessert a tema dell’Executive Pastry Chef dell’albergo Dario Nuti, che proporrà per l’occasione il “Cuore di Passione” e “Cioccolato, litchi e lampone”.

Per brindare, i mixologist del Tiepolo Lounge & Terrace hanno ideato un cocktail solo per gli innamorati, il Cupido Cocktail. Più che un drink, è un vero e proprio elisir d’amore a base di Sorbetto allo Yuzu e Citronella, Liquore Chambord, Vodka Kettle One e Franciacorta Cuvée Prestige Rosé.

Per chi ha  desiderio  di essere coccolato, durante  tutta la settimana di San Valentino – dall’11 al 17 Febbraio –  la Grand Spa dell’hotel offre 4 diversi percorsi dove il romanticismo la fa da padrone. La promozione “Due cuori e una spa” permette di effettuare un seducente massaggio di coppia nella sofisticata atmosfera del Cavalieri Grand Spa Club; “L’ora del Tè” prevede, a fine massaggio, una degustazione di tè accompagnata da golose prelibatezze al Tiepolo Lounge & Terrace. In “Tentazione per due” al massaggio effettuato dalle sapienti terapiste del Cavalieri Grand Spa Club seguirà un lussuoso aperitivo al Tiepolo Lounge & Terrace, che stupirà  i vostri palati con una selezione di delizie salate e caviale, abbinate alle bollicine di Moët & Chandon. La promozione  “Una Romantica Sorpresa”, invece, abbina il massaggio per due persone ad una raffinata ed intima cena a lume di candela nella romantica atmosfera del Ristorante Uliveto.

Perché volersi bene vuol dire saper dedicare al proprio amato la propria attenzione e il proprio tempo, meglio se trascorso in  maniera davvero speciale.

Info: Cena di San Valentino al Ristorante La Pergola

EURO 540,00 A PERSONA / DALLE 19.30 ALLE 23.30

Cena di San Valentino al ristorante Uliveto

EURO 90,00 A PERSONA / DALLE 19.00 a l l e 23.00

Cupido Cocktail EURO 18,00

San Valentino al Cavalieri Grand Spa Club

DUE CUORI E UNA SPA – EURO 200,00

L’ORA DEL TÈ – EURO 240,00

TENTAZIONE PER DUE – EURO 280,00

UNA ROMA NTICA SORPRESA – Euro 350,00

Camere a partire da  Euro 272,00

Suite a partire da  Euro 697,00

Per prenotazioni: RomeCavalieri.Reservations@waldorfastoria.com

Claudio Zeni

L'articolo San Valentino al Rome Cavalieri proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/turismolibri/san-valentino-al-rome-cavalieri/feed/ 0
Le classi 4 e 5 di Manciano presentano “Castiglioni visto con gli occhi dei bambini” http://www.valdichianaoggi.it/notizie/le-classi-4-e-5-di-manciano-presentano-castiglioni-visto-con-gli-occhi-dei-bambini/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/le-classi-4-e-5-di-manciano-presentano-castiglioni-visto-con-gli-occhi-dei-bambini/#respond Thu, 17 Jan 2019 17:51:39 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52072 Castiglion Fiorentino visto con gli occhi dei bambini. Potremmo sintetizzare così l’interessante progetto portato avanti dall’insegnante Alessandro Ranieri con gli alunni delle classi 4 e 5 della scuola primaria di Manciano che hanno “censito” le tante chiese castiglionesi partendo, appunto, dalla ricerca commissionata dall’amministrazione comunale e realizzata dagli architetti Lorenzo Castellucci e Marco Frontini che ha fatto […]

L'articolo Le classi 4 e 5 di Manciano presentano “Castiglioni visto con gli occhi dei bambini” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Castiglion Fiorentino visto con gli occhi dei bambini. Potremmo sintetizzare così l’interessante progetto portato avanti dall’insegnante Alessandro Ranieri con gli alunni delle classi 4 e 5 della scuola primaria di Manciano che hanno “censito” le tante chiese castiglionesi partendo, appunto, dalla ricerca commissionata dall’amministrazione comunale e realizzata dagli architetti Lorenzo Castellucci e Marco Frontini che ha fatto emergere, tra consacrate e non, ben 50 chiese nel territorio comunale.“Per noi è una bella città in cui ti puoi divertire molto e ci sono molte cose da scoprire, come musei e una grande biblioteca antica e una moderna dove puoi leggere i tuoi libri preferiti”. È questo l’inizio della presentazione del libretto nel quale viene raccontata la storia di Castiglion Fiorentino anche attraverso il culto di San Michele Arcangelo, patrono di Castiglion Fiorentino, e la costruzione degli edifici sacri. “Il Patrono è San Michele – si legge – il cui culto si sviluppò nell’epoca etrusca a partire dal VI secolo a.c.”. “L’autore di questo lavoro, condotto con i suoi alunni, è il maestro Alessandro Ranieri, insegnante di religione nelle scuole primarie, dell’I.C. Città di Castiglion Fiorentino. 
Si tratta di una ricerca didattica, sul patrimonio storico, religioso e culturale della nostra comunità, affrontata con molto impegno e passione. Sono lieta di esprimere il mio apprezzamento per questa iniziativa e complimentarmi con gli autori” dichiara la dirigente scolastica, Maria Giovanna Fabianelli. “Grazie a questi bambini molti castiglionesi ed io stessa abbiamo avuto la possibilità di conoscere l’origine e la storia di alcune chiese del nostro paese alcune delle quali non esistono più ma sono state ugualmente censite dai bambini con dovizia di particolari” conclude l’assessore all’istruzione Silvia Del Giudice

L'articolo Le classi 4 e 5 di Manciano presentano “Castiglioni visto con gli occhi dei bambini” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/le-classi-4-e-5-di-manciano-presentano-castiglioni-visto-con-gli-occhi-dei-bambini/feed/ 0
Sei Toscana, 150 nuove assunzioni a tempo indeterminato http://www.valdichianaoggi.it/notizie/sei-toscana-150-nuove-assunzioni-a-tempo-indeterminato/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/sei-toscana-150-nuove-assunzioni-a-tempo-indeterminato/#respond Thu, 17 Jan 2019 17:47:15 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52068 Cento persone già assunte ad oggi e immediato avvio delle procedure per l’assunzione di altre cinquanta unità con contratto a tempo indeterminato. Saranno in totale 150 le persone che Sei Toscana ha deciso di stabilizzare tenendo così fede agli impegni presi lo scorso 29 ottobre con le Organizzazioni Sindacali nell’“Accordo di stabilizzazione personale somministrato”. La firma nero su bianco fra […]

L'articolo Sei Toscana, 150 nuove assunzioni a tempo indeterminato proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Cento persone già assunte ad oggi e immediato avvio delle procedure per l’assunzione di altre cinquanta unità con contratto a tempo indeterminato. Saranno in totale 150 le persone che Sei Toscana ha deciso di stabilizzare tenendo così fede agli impegni presi lo scorso 29 ottobre con le Organizzazioni Sindacali nell’“Accordo di stabilizzazione personale somministrato”.

La firma nero su bianco fra la Società (rappresentata dal direttore gestionale, Urbano Dini e dal direttore tecnico, Giuseppe Tabani) e le Organizzazioni Sindacali c’è stata questa mattina a Siena nella sede del Gestore unico dei rifiuti dell’Ato Toscana Sud.

Nel verbale di accordo firmato oggi, le parti prendono atto di come Sei Toscana abbia “attivato le procedure per l’assunzione di numero 100 (cento) persone a tempo indeterminato individuate secondo l’ordine dell’elenco di cui all’accordo sindacale e secondo le modalità e le condizioni in esso contenute. Le procedure per l’assunzione delle cento unità sono state attivate in tre fasi, la prima di 45(quarantacinque), la seconda di 30(trenta) e la terza di 25(venticinque)” e che Sei Toscana è disposta inoltre a “dare subito corso alle procedure per l’assunzione di numero 50(cinquanta) persone a tempo indeterminato individuate secondo l’ordine della graduatoria di cui all’accordo sindacale del 29.10.2018 e secondo le modalità e le condizioni in esso contenute”.

Nell’accordo firmato oggi fra il Gestore e le OO.SS., Sei Toscana si impegna anche a “coprire il turnover per le annualità 2019 e 2020 con l’assunzione a tempo indeterminato nella misura di almeno il 60%, attingendo prioritariamente secondo l’ordine della graduatoria di cui all’accordo sindacale dello scorso 29 ottobre”.

Per Sei Toscana “con l’accordo sottoscritto oggi con le Organizzazioni Sindacali, la Società ha tenuto fede agli impegni presi lo scorso ottobre, assumendo decisioni molto significative, soprattutto in un contesto come quello attuale. L’impegno assunto oggi, che ha un risvolto non solo di carattere economico, ma anche sociale, sarà un’altra tappa importante del percorso di crescita della Società decisa a garantire a cittadini e imprese del territorio il miglior servizio possibile”.

L'articolo Sei Toscana, 150 nuove assunzioni a tempo indeterminato proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/sei-toscana-150-nuove-assunzioni-a-tempo-indeterminato/feed/ 0
Eu…genio! Il ricordo di Eugenio Lucani del Piccolo Teatro di Cortona http://www.valdichianaoggi.it/notizie/eu-genio-il-ricordo-di-eugenio-lucani-del-piccolo-teatro-di-cortona/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/eu-genio-il-ricordo-di-eugenio-lucani-del-piccolo-teatro-di-cortona/#respond Thu, 17 Jan 2019 16:40:13 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52058 Tanti applausi, grandi risate e “tutto esaurito”, nella sala Marco Nocchia del Piccolo Teatro di Cortona, per la serata in ricordo di Eugenio Lucani. Artista a tutto tondo, attore, cantante, musicista, pittore e, soprattutto, grande affabulatore Lucani raccoglie, a due anni dalla sua scomparsa, un pubblico di amici e tanti cortonesi di ogni età per […]

L'articolo Eu…genio! Il ricordo di Eugenio Lucani del Piccolo Teatro di Cortona proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Tanti applausi, grandi risate e “tutto esaurito”, nella sala Marco Nocchia del Piccolo Teatro di Cortona, per la serata in ricordo di Eugenio Lucani.

Artista a tutto tondo, attore, cantante, musicista, pittore e, soprattutto, grande affabulatore Lucani raccoglie, a due anni dalla sua scomparsa, un pubblico di amici e tanti cortonesi di ogni età per un “amarcord”, affatto nostalgico, tutto intriso dell’energia magnetica di un personaggio irripetibile.

Sul palcoscenico della Sala Nocchia (da lui stesso dipinta nel 1996!), per l’occasione gremita di gente, un leggio e un microfono al quale si sono alternati i compagni d’avventura teatrali, tutti con un ricordo di Lucani da condividere. In sala Angela e Lorenzo, i suoi figli. Ad aprire la serata il Presidente dell’Associazione Piccolo Teatro della città di Cortona, Ferdinando Fanfani. Poi, abbassate le luci in sala, sullo schermo, allestito in scena, è apparso lui, Eugenio Lucani, in una delle sue memorabili apparizioni al Signorelli.

E’ il Prologo di “Spirito allegro” di Noel Coward, appositamente scritto per lui da Vito Amedeo Cozzi Lepri, adattatore e regista di tante rappresentazioni della Compagnia del Piccolo di Cortona. Era il 2002 e Lucani entra in scena, in un vestito più grande di lui, bianco in volto, col compito di illustrare la trama della commedia che sta per andare in scena.

Su quello stesso schermo sono passati, poi, altri sketch del suo repertorio, foto in bianco e nero e a colori di una carriera cresciuta insieme al Piccolo dal dopoguerra in poi. Dagli anni del Favilli a quelli con Franco Sandrelli. A fianco dell’inseparabile Rolando Bietolini, con Mario Bocci, recitando di tutto, da Machiavelli, a Goldoni, a Feydeau . Col compianto Nanni Fumagalli a realizzare le più svariate scene, con Vito Amedeo Cozzi Lepri che si dannava alla regia di un indomabile Lucani sempre “impreparato” sul copione, col suo seguito di suggeritori, Luigina Sandrelli in testa, che bisbigliavano battute celati dal sipario o perfino in scena mentre lui trasformava “vuoti di memoria” in gag teatrali magistrali!

Un mosaico di “Eugeniate” , memorie del Piccolo di Cortona, ricordi privati, magistralmente montati dal tecnico audio della Compagnia, Carlo Lancia.

La sua mimica facciale, la gestualità, la presenza scenica avevano addirittura attirato l’interesse della Compagnia di Macario, con cui Lucani lavorò brevemente. Anche la Radio lo reclutò per qualche programma, alla fine degli anni ’40!

“Eu…genio!” così lo ha definito Azelio Cantini, segretario del Piccolo, attore della Compagnia cortonese e poeta, che nella serata commemorativa, alla sala Nocchia, ha recitato la poesia, scritta in suo ricordo pochi mesi dopo la scomparsa nel dicembre 2016, e di cui ha fatto omaggio ai figli, trascritta a mano su pergamena.

“Ero di là, ora sono di qua!”.

Con queste parole Eugenio Lucani compare “timidamente”, ma con tutta la forza dello “incantatore”, come lo racconta la figlia Angela, sul palcoscenico del teatro Signorelli il 19 aprile 2002, in quel Prologo memorabile che lo rappresenta a pieno come uomo e artista….mentre dietro al sipario ben tre suggeritori gli fanno da spalla!!!!

Valdichiana oggi, ripropone al suo pubblico di lettori-spettatori, il filmato in presa diretta, di quella serata, gentilmente messo a disposizione dall’Associazione Piccolo teatro della città di Cortona.

L'articolo Eu…genio! Il ricordo di Eugenio Lucani del Piccolo Teatro di Cortona proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/eu-genio-il-ricordo-di-eugenio-lucani-del-piccolo-teatro-di-cortona/feed/ 0
Monte San Savino, nuovi strumenti per la pulizia del Centro Storico http://www.valdichianaoggi.it/notizie/monte-san-savino-nuovi-strumenti-per-la-pulizia-del-centro-storico/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/monte-san-savino-nuovi-strumenti-per-la-pulizia-del-centro-storico/#respond Thu, 17 Jan 2019 16:01:03 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52055 Questa mattina abbiamo messo alla prova una nuova spazzatrice per il centro storico a propulsione elettrica con lavaggio strada integrato, nonché una idropulitrice sanificatrice atta ad integrare l’attuale servizio di lavaggio stradale, che a fronte del problema piccioni dovrebbe fornire risposte in termini sia di igiene ambientale sia di riuscita vera e propria della pulizia […]

L'articolo Monte San Savino, nuovi strumenti per la pulizia del Centro Storico proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Questa mattina abbiamo messo alla prova una nuova spazzatrice per il centro storico a propulsione elettrica con lavaggio strada integrato, nonché una idropulitrice sanificatrice atta ad integrare l’attuale servizio di lavaggio stradale, che a fronte del problema piccioni dovrebbe fornire risposte in termini sia di igiene ambientale sia di riuscita vera e propria della pulizia del manto stradale. 

La spazzatrice ha subito dato un’ottima impressione e verrà già attivato nei prossimi giorni il suo utilizzo nel centro storico. 

L’idropulitrice, che ha anche l’utilizzo di diserbo a vapore, farà sicuramente parte del servizio di lavaggio del nostro paese non appena saranno definiti i migliori modi e tempi di utilizzazione del mezzo stesso, ovvero frequenza e estensione del servizio, anche in base all’utilizzo condiviso con gli altri comuni della AOR. 

Con questi interventi l’auspicio è di dare una svolta a quello che è il servizio di spazzamento e pulizia del centro storico.

L'articolo Monte San Savino, nuovi strumenti per la pulizia del Centro Storico proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/monte-san-savino-nuovi-strumenti-per-la-pulizia-del-centro-storico/feed/ 0
La fisica Lucia Votano in un incontro promosso dalla Fondazione Settembrini http://www.valdichianaoggi.it/notizie/la-fisica-lucia-votano-in-un-incontro-promosso-dalla-fondazione-settembrini/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/la-fisica-lucia-votano-in-un-incontro-promosso-dalla-fondazione-settembrini/#respond Thu, 17 Jan 2019 13:17:48 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52050 Sabato 26 Gennaio 2019, alle ore 17 presso la Sala Pancrazi del Centro Convegni S.Agostino si terrà un incontro organizzato dalla Fondazione Nicodemo Settembrini avente per oggetto “Neutrini, sulla nuova via della seta”, con la Dottoressa Lucia Votano, fisico, Dirigente di Ricerca associata all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. La dottoressa, che tra il 2009 e […]

L'articolo La fisica Lucia Votano in un incontro promosso dalla Fondazione Settembrini proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Sabato 26 Gennaio 2019, alle ore 17 presso la Sala Pancrazi del Centro Convegni S.Agostino si terrà un incontro organizzato dalla Fondazione Nicodemo Settembrini avente per oggetto “Neutrini, sulla nuova via della seta”, con la Dottoressa Lucia Votano, fisico, Dirigente di Ricerca associata all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

La dottoressa, che tra il 2009 e il 2012 è stata la prima donna a ricoprire l’incarico di Direttore del Laboratorio Nazionale del Gran Sasso, si occupa di fisica astro-particellare, affascinante materia che congiunge astrofisica, cosmologia e studio delle interazioni fondamentali della particelle elementari.

L'articolo La fisica Lucia Votano in un incontro promosso dalla Fondazione Settembrini proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/la-fisica-lucia-votano-in-un-incontro-promosso-dalla-fondazione-settembrini/feed/ 0
Lidio Rossi nuovo Segretario Provinciale del SUNIA http://www.valdichianaoggi.it/notizie/lidio-rossi-nuovo-segretario-provinciale-del-sunia/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/lidio-rossi-nuovo-segretario-provinciale-del-sunia/#respond Thu, 17 Jan 2019 09:58:20 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52046 Lidio Rossi è il nuovo Segretario del Sunia, il Sindacato unitario degli inquilini e degli assegnatari. E’ stato eletto dal Comitato Direttivo che ha anche ringraziato Fabrio Buricchi per il lavoro svolto in questi anni. “Il Sunia insieme alla Cgil – sottolinea Rossi – intende porre il tema casa quale centrale nelle politiche del sindacato. La crisi economica e […]

L'articolo Lidio Rossi nuovo Segretario Provinciale del SUNIA proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Lidio Rossi è il nuovo Segretario del Sunia, il Sindacato unitario degli inquilini e degli assegnatari. E’ stato eletto dal Comitato Direttivo che ha anche ringraziato Fabrio Buricchi per il lavoro svolto in questi anni.

Il Sunia insieme alla Cgil – sottolinea Rossi – intende porre il tema casa quale centrale nelle politiche del sindacato. La crisi economica e sociale continua a produrre effetti devastanti che stanno privando un numero sempre più grande di persone e famiglie di un diritto essenziale: quello ad avere un alloggio. I giovani che hanno un’occupazione precaria non riescono ad accedere al mutuo e i salari sono spesso così bassi che rendono problematico anche il semplice pagamento di un affitto”.

In questo contesto, secondo il Sunia, non è pensabile lasciare al libero mercato il compito di affrontare e risolvere il problema casa. “Le politiche di questi anni sono state capaci solo di aumentare le disuguaglianze incrementando in modo esponenziale l’esigenza di case popolari. E a questo rinnovato bisogno si è risposto nel peggior modo possibile: non investendo, non costruendo e aumentando  semplicemente le liste di attesa”.

 Rossi delinea le prossime azioni del Sunia: “è necessario che sindacati degli inquilini e sindacati confederali aprano un fronte comune rispetto al governo centrale e a quello regionale affinché ci siano risposte concrete. E non parliamo solo di una costante manutenzione del patrimonio esistente, come non accade ad Arezzo in via Malpighi, ma anche per la realizzazione di nuovi alloggi”.

Il nuovo Segretario provinciale del Sunia evidenzia la necessità di un nuovo protagonismo dei Comuni “sia per rivendicare finanziamenti sia per un loro coinvolgimento sul problema della casa”. E annuncia l’apertura di “vertenze nei singoli  Comuni, attraverso la contrattazione sociale insieme alla Cgil di Arezzo, con la presentazione di una piattaforma programmatica provinciale. Seguiamo con molta attenzione l’iter della nuova legge Regionale sulla casa che, rispetto alla proposta iniziale  e grazie al Sunia, ha registrato significativi i miglioramenti, consentendoci  di intervenire per migliorare il regolamento di utenza”.

L'articolo Lidio Rossi nuovo Segretario Provinciale del SUNIA proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/lidio-rossi-nuovo-segretario-provinciale-del-sunia/feed/ 0