Informazioni sull’autore

Redazione

Redazione

Al servizio di voi lettori, al servizio della Valdichiana, del suo territorio, delle sue energie. Non esitate a contattarci, segnalando notizie, eventi e quant'altro.

Articoli correlati

  • danilo serafini

    Ieri sera “drusciando” sul cellulare mi sono imbattuto in una orrenda fotonotizia:un commerciante del florido nord-est ha inauditamente pubblicizzato le svendite in corso nel suo negozio con un poster sul quale campeggia la foto di Andrea Bocelli che sovrasta la scritta “saldi mai visti”.Alle prime inevitabili rimostranze, il commerciante pare abbia tentato di minimizzare scommettendo sul grande senso dell’ironia di cui sarebbe dotato il famoso cantante. Senza minimamente fare paragoni con la notorietà del personaggio che si è voluto ridicolizzare e con la ferita morale che gli è stata stupidamente procurata, mi domando quale capacità di ironizzare si ritenga abbiano i castiglionesi se si propinano loro affermazioni tipo “Mi spiace che qualcuno abbia voluto misurare l’impegno economico verso un’iniziativa come questa che non esalta solo i valori etici dello sport ma soprattutto un territorio garantendo una visibilità mediatica unica”, in riferimento al Premio Fair Play. Io personalmente non ho misurato proprio niente, ma non mi sentirei neanche in colpa se lo avessi fatto, specie se il ricordo andasse a soli tre anni fa quando di fronte alla prospettiva del trasloco del suddetto premio da Cortona a Castiglioni in molti gridavano allo scandalo per il fatto che ciò avvenisse in un Comune in clima di dissesto. A nulla ricordo valsero le rassicurazioni degli amministratori sul fatto che l’evento avrebbe rappresentato almeno un pertugio di serenità in un paese giustamente sull’orlo di una crisi di nervi e per di più assolutamente – veniva garantito – senza nessun sacrificio economico: i borbottii non si placarono e furono messi anche “nero su bianco”, rispolverando la vecchia efficace tradizione del volantinaggio per il paese, in concomitanza con l’evento stesso. Credo non sia necessario ricordare da quali pulpiti venissero i borbottii e chi fossero i protagonisti del volantinaggio. Per questo mi chiedo nuovamente: senza entrare nel merito del fatto in se’ e per se’, che può alla fine essere anche una scelta opportuna, i castiglionesi si ritiene comunque abbiano un infinito senso dell’ironia o per qualcuno sono addirittura tonti?

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare