Eventi – ValdichianaOggi http://www.valdichianaoggi.it La testata giornalistica della Valdichiana, il meglio di notizie, sport, cronaca, opinioni, comunicati, rubriche, dibattiti e blogs. Wed, 16 Jan 2019 18:56:33 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.0.3 A Castiglioni la mostra itinerante “La Grande Guerra” http://www.valdichianaoggi.it/notizie/a-castiglioni-la-mostra-itinerante-la-grande-guerra/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/a-castiglioni-la-mostra-itinerante-la-grande-guerra/#respond Wed, 16 Jan 2019 10:52:41 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52029 La mostra itinerante sulla “Grande Guerra”, promossa dall’Esercito Italiano, approda a Castiglion Fiorentino. Il taglio del nastro è previsto per lunedì prossimo alle ore 11.00 nel palazzo comunale alla presenza, tra gli altri, del Generale di Divisione Pietro Tornabene, Comandante dell’Istituto Geografico Militare di Firenze e del sindaco Mario Agnelli. Con la mostra si è […]

L'articolo A Castiglioni la mostra itinerante “La Grande Guerra” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
La mostra itinerante sulla “Grande Guerra”, promossa dall’Esercito Italiano, approda a Castiglion Fiorentino.

Il taglio del nastro è previsto per lunedì prossimo alle ore 11.00 nel palazzo comunale alla presenza, tra gli altri, del Generale di Divisione Pietro Tornabene, Comandante dell’Istituto Geografico Militare di Firenze e del sindaco Mario Agnelli.

Con la mostra si è voluto evidenziare come l’Italia nacque allora anche attraverso il sacrificio valoroso dei soldati, tra i quali – pur provenienti dai luoghi più disparati ed ognuno con un proprio dialetto – si diffuse un senso di unitaria responsabilità che portò a salvare l’Italia da ulteriori tragedie e devastazioni.

L’allestimento della mostra sulla “Grande Guerra” non è altro che l’ultimo di una serie di eventi che sono stati organizzati lo scorso anno in occasione dei 100 anni dalla fine della Grande Guerra, tra questi le celebrazioni del 4 Novembre con la ripulitura del Monumento ai Caduti dei giardini di piazza Matteotti e l’aggiornamento della lista dei caduti in guerra. I caduti di Castiglion Fiorentino non furono, dunque, 260 come riportato dalla prima pergamena, ma 338 contando anche tutti i dispersi. La nuova capsula murata nel monumento ai caduti contiene, quindi, una pergamena con il numero aggiornato dei caduti della cittadina nella Prima Guerra Mondiale.

L'articolo A Castiglioni la mostra itinerante “La Grande Guerra” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/a-castiglioni-la-mostra-itinerante-la-grande-guerra/feed/ 0
“Un Libro… con tè”, Jacopo Maccioni presenta il suo “Mau” http://www.valdichianaoggi.it/eventi/un-libro-con-te-jacopo-maccioni-presenta-il-suo-mau/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/un-libro-con-te-jacopo-maccioni-presenta-il-suo-mau/#respond Wed, 16 Jan 2019 10:51:02 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52026 E’ previsto per le 16,30 di sabato 19 gennaio, presso la Sala “Don Enrico Marini” il secondo appuntamento della rassegna “Un Libro … con tè”.  Si tratta di una nuova tappa di questa serie di incontri letterari promossa e organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lucignano, in un arco temporale che spazia dal mese […]

L'articolo “Un Libro… con tè”, Jacopo Maccioni presenta il suo “Mau” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
E’ previsto per le 16,30 di sabato 19 gennaio, presso la Sala “Don Enrico Marini” il secondo appuntamento della rassegna “Un Libro … con tè”.  Si tratta di una nuova tappa di questa serie di incontri letterari promossa e organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lucignano, in un arco temporale che spazia dal mese di dicembre 2018 sino alla fine di aprile di quest’anno. Una lunga interessante teoria di colloqui con autori di testi introdotti da altrettanti illustri personaggi che cercheranno di scavare nella profondità dei temi toccati da scrittori di notevole valore. E’ un percorso, in buona sostanza, quello ideato da Serena Gialli, titolare dell’Assessorato alla Cultura di Lucignano, particolarmente suggestivo, sia per la qualità dei libri proposti (e dei loro autori) sia per la presenza di figure di indubbio spessore culturale che hanno il compito di illustrare le opere proposte.

Sabato prossimo dunque si replica, dopo il felice esordio dello scorso 1 dicembre. Tocca questa volta a Jacopo Maccioni, prolifico scrittore lucignanese giunto alla piena maturità del suo straordinario percorso creativo. Maccioni presenterà nell’occasione la sua ultima fatica letteraria: “Mau”, opera che segna un momento esaltante del suo viaggio interiore, attraverso sentimenti e passioni raccontate con un taglio di rara efficacia.

Maccioni ha dunque ancora una volta privilegiato Lucignano per far conoscere un ulteriore passaggio della sua produzione. Infatti, dopo il notevole successo di “Occhi di marrone”, romanzo che gli ha consentito di affermarsi definitivamente con la conquista del Premio Letterario Nazionale Giovane Holden, questo autore ritorna a calcare le scene della rassegna lucignanese con un’opera che è attesa con vivo interesse e tanta curiosità da un pubblico di appassionati che cresce di anno in anno. “Mau” fa parte della nuova collana “Spessosottile” della Giovamne Holden. Di questa collana fanno parte volumi  che non superano le 48 pagine. Pensati evidentemente per chi non ha tempo da dedicare alla lettura.

A beneficio di coloro che ancora non conoscono Jacopo Maccioni, vogliamo succintamente ricordarne la biografia: prima insegnante e poi dirigente scolastico, vive a Lucignano. Ama la musica, incontrare persone e le storie. Ha curato tra l’altro un progetto di scrittura per alunni di un istituto scolastico e le relative pubblicazioni. E’ autore di numerosi articoli usciti su riviste specialistiche per il personale docente, segnatamente sulla lettura e sulle prospettive educative; premesse, prefazioni e racconti apparsi – tra l’altro – su raccolte antologiche. Nel 2012 si segnala la sua collaborazione con il regista Rachid Benhadj per il film “Aspettando il Maestro”. L’anno successivo esce “Onirismi”, opera che gli vale la segnalazione al primo Premio Letterario Città di Como. Questo lavoro risulta anche finalista – nel 2017 – al Premio Letterario Nazionale Giovane Holden, nella sezione opere edite. Nel corso del 2016  cura per Albatrello “Ti racconto una storia”, atti di un convegno/confronto Italia-Olanda sull’esperienza dell’inclusione scolastica e successivamente “A quarant’anni dalla Legge 517/77, sempre per i tipi di Albatrello. “Occhi di marrone”, come detto poc’anzi, lo consacra a tutti gli effetti autore di primo livello.

Sabato 19 gennaio, Maccioni si avvarrà ancora una volta della sapiente introduzione di Claudio Santori. La strepitosa versatilità, la riconosciuta competenza e lo stile unico di Santori renderanno l’appuntamento letterario una occasione imperdibile per chi vuole immergersi nella straordinaria forza evocativa dell’ultimo libro di Jacopo Maccioni.

Guido Perugini

L'articolo “Un Libro… con tè”, Jacopo Maccioni presenta il suo “Mau” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/un-libro-con-te-jacopo-maccioni-presenta-il-suo-mau/feed/ 0
Amanda Sandrelli a Monte San Savino con “White rabbit Red rabbit” http://www.valdichianaoggi.it/eventi/amanda-sandrelli-a-monte-san-savino-con-white-rabbit-red-rabbit/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/amanda-sandrelli-a-monte-san-savino-con-white-rabbit-red-rabbit/#respond Wed, 16 Jan 2019 10:45:25 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52023 Lunedì 21 gennaio, con inizio alle ore 21:15, appuntamento al Teatro Verdi di Monte San Savino con uno tra gli eventi più attesi della stagione, una prova d’attrice in un unico, irripetibile e imperdibile evento a cura di Comune di Monte San Savino, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Officine della Cultura e A.S. MonteServizi. Sul palcoscenico Amanda […]

L'articolo Amanda Sandrelli a Monte San Savino con “White rabbit Red rabbit” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Lunedì 21 gennaio, con inizio alle ore 21:15, appuntamento al Teatro Verdi di Monte San Savino con uno tra gli eventi più attesi della stagione, una prova d’attrice in un unico, irripetibile e imperdibile evento a cura di Comune di Monte San Savino, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Officine della Cultura e A.S. MonteServizi.

Sul palcoscenico Amanda Sandrelli, l’attrice che ha scelto Monte San Savino e Officine della Cultura come spazi d’elezione per alcune delle sue “scommesse artistiche”, come la sua prima regia teatrale e la stessa codirezione artistica del Teatro Verdi, alla prova con uno tra i più coinvolgenti esperimenti sociali in forma di spettacolo di questo tempo di conflitti, prodotto e distribuito in Italia da 369gradi: “White Rabbid Red Rabbit” del drammaturgo iraniano Nassim Soleimanpour.

Nell’esperimento che andrà in scena al Teatro Verdi il prossimo lunedì Amanda Sandrelli, senza regia e senza prove, aprirà solo in scena, a sipario aperto, la busta sigillata contenente il testo e ne condividerà il contenuto con il pubblico. Una sedia, un tavolo, due bicchieri, gli orpelli concessi. Il qui e ora nella sua massima espressione. Tra le regole firmate da Amanda per poter rappresentare “White Rabbit Red Rabbit” non averlo visto prima messo in scena da altre attrici o attori. Ci vuole dunque coraggio e leggerezza, intraprendenza, ironia ed intelligenza, doti di cui Amanda Sandrelli è assai fornita.

“White Rabbit Red Rabbit” è un testo teatrale scritto da Soleimanpour nel 2010, all’età di 29 anni, in un momento in cui non aveva possibilità di comunicare con l’esterno del suo paese. Non è un testo politico e non deve essere descritto come tale, il suo contenuto è metaforico e distante da ogni orientamento politico. “White Rabbit Red Rabbit” è prima di tutto il sogno realizzato di un dialogo impossibile, un gioco teatrale contro ogni censura e ogni distanza geografica e culturale, un incontro ravvicinato che lascia tracce profonde, perché mette sullo stesso piano emotivo autore, attore e spettatore. “White Rabbit Red Rabbit” è stato premiato come Best New Performance al Dublin Fringe Festival, al Summerworks Outstanding New Performance Text Award e al The Arches Brick Award ed ha ricevuto menzioni speciali al Total Theatre e al Brighton Fringe Pick of Edinburgh Award.

“White Rabbit Red Rabbit” attraversa il mondo dal 2011, anno in cui ha debuttato all’Edinburgh Fringe Festival, è stato tradotto in 25 lingue e conta più di mille repliche in tutti i continenti. È un esperimento importante, non solo sul fronte artistico ma anche su quello organizzativo e produttivo. Tra gli interpreti celebri e meno celebri citiamo tra gli altri Sinead Cusack, Whoopi Goldberg, Ken Loach e, in Italia: Fabrizio Gifuni, Vincenzo Pirrotta, Vinicio Marchioni, Antonio Catania, Lella Costa, Emma Dante, Sylvia De Fanti, Elena Di Cioccio, Gioele Dix, Davide Enia, Giovanni Esposito, Iaia Forte, Federica Fracassi, Enrico Ianniello, Licia lanera, Lino Musella, Fausto Russo Alesi, Daniele Russo, Daniele Parisi, Max Pisu, Maurizio Rippa, Bruno Torrisi. E, da lunedì, Amanda Sandrelli.

Informazioni: a Monte San Savino presso Teatro Verdi, Via Sansovino 66, tel. 0575 810498, sabato 20.30 – 23.30 e domenica 15.00 – 18.30; ad Arezzo presso Officine della Cultura, via Trasimeno 16, tel. 0575 27961 – 338 8431111, dal lunedì al venerdì 10.00 – 13.00 e 15.30 – 18.00. Prevendite on line presso BoxOffice Toscana e Ticktone. Biglietteria il giorno di spettacolo presso il Teatro con apertura alle ore 20.00. Sito di riferimento: www.officinedellacultura.org.

L'articolo Amanda Sandrelli a Monte San Savino con “White rabbit Red rabbit” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/amanda-sandrelli-a-monte-san-savino-con-white-rabbit-red-rabbit/feed/ 0
Palazzo Casali e Filippo Berrettini per “Le domeniche al Museo” http://www.valdichianaoggi.it/eventi/palazzo-casali-e-filippo-berrettini-per-le-domeniche-al-museo/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/palazzo-casali-e-filippo-berrettini-per-le-domeniche-al-museo/#respond Tue, 15 Jan 2019 13:36:38 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52004 Tornano “Le Domeniche al Museo”. Domenica 20 gennaio alle 16 è in programma una conferenza degli Architetti Pietro Matracchi e Michele Roggi (Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze) dal titolo “Palazzo Casali e Filippo Berrettini – progetto e varianti di un’architettura tesa a superare i vincoli di contesto”. Lo studio di fonda su un rilievo […]

L'articolo Palazzo Casali e Filippo Berrettini per “Le domeniche al Museo” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Tornano “Le Domeniche al Museo”. Domenica 20 gennaio alle 16 è in programma una conferenza degli Architetti Pietro Matracchi e Michele Roggi (Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze) dal titolo “Palazzo Casali e Filippo Berrettini – progetto e varianti di un’architettura tesa a superare i vincoli di contesto”.

Lo studio di fonda su un rilievo laser scanner esteso a tutti gli ambienti del corpo di fabbrica antistante piazza Signorelli, a gran parte dell’ala su via Casali e ad alcuni ambienti che costeggiano piazzetta della Seta.
Dalla nuvola di punti sono state ricavate numerose piante, sezioni e prospetti di alta precisione, che per la prima volta hanno consentito di esaminare la reale consistenza del palazzo, con le sue singolarità architettoniche e costruttive. È stata oggetto di studio, in particolare, la porzione dell’edificio antistante piazza Signorelli.
Alcuni temi salienti affrontati sono la correlazione tra le piante che documentano lo stato di fatto preesistente ai lavori e la proposta di Filippo Berrettini; l’analisi dei progetti berrettiniani in rapporto a quanto poi effettivamente realizzato; l’accorpamento di parte delle strutture murarie preesistenti, l’organizzazione di cantiere e l’avanzamento dei lavori, che in parte ricalca il progetto e in parte lo supera con una variante di grande portata.
Di notevole interesse sono anche le soluzioni costruttive approntate per ottenere delle grandi sale in uno spazio relativamente angusto. E all’assetto costruttivo si lega anche il quadro fessurativo che si è formato soprattutto in alcune pareti circostanti la sala Medicea, aspetto questo che per la prima volta viene documentato e analizzato in modo compiuto grazie alle numerose sezioni del palazzo appositamente redatte.
Il modello 3D offre inoltre un’importante documentazione dell’altimetria dell’area in cui il palazzo è sorto, evidenziando i forti dislivelli tra la zona di piazza Signorelli, gli ambienti seminterrati del museo e via Roma e ponendo in questo contesto l’esatta collocazione del muro a conci ciclopici su cui insiste un lungo tratto della parete meridionale del palazzo.

L'articolo Palazzo Casali e Filippo Berrettini per “Le domeniche al Museo” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/palazzo-casali-e-filippo-berrettini-per-le-domeniche-al-museo/feed/ 0
Il magico piano di Danilo Rea in omaggio a De André allo Spina http://www.valdichianaoggi.it/eventi/il-magico-piano-di-danilo-rea-in-omaggio-a-de-andre-allo-spina/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/il-magico-piano-di-danilo-rea-in-omaggio-a-de-andre-allo-spina/#respond Tue, 15 Jan 2019 13:32:33 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=52000 Venti anni fa, esattamente l’11 Gennaio 1999, ci lasciava Fabrizio De André, uno dei capisaldi della canzone d’autore italiana. Con le sue canzoni dissacranti e piene di storie di anime nere, corrotte e perse, rivoluzionò la musica italiana. Da allora la forza è l’attualità delle sue straordinarie canzoni sono rimaste immutate e non solo per la poesia e la […]

L'articolo Il magico piano di Danilo Rea in omaggio a De André allo Spina proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Venti anni fa, esattamente l’11 Gennaio 1999, ci lasciava Fabrizio De André, uno dei capisaldi della canzone d’autore italiana. Con le sue canzoni dissacranti e piene di storie di anime nere, corrotte e perse, rivoluzionò la musica italiana. Da allora la forza è l’attualità delle sue straordinarie canzoni sono rimaste immutate e non solo per la poesia e la verità che trasudano dai suoi testi ma anche per la straordinaria forza della sua musica. Per ricordare il genio e la sensibilità artistica del cantante genovese, il Teatro Mario Spina si è affidato alla felice vena improvvisativa e la virtuosistica padronanza del pianoforte di Danilo Rea che offrirà al pubblico un tributo personalissimo all’indimenticabile Faber. Unanimemente considerato fra i migliori pianisti jazz della scena mondiale, in realtà Rea attraversa generi diversi lasciando sempre un segno personalissimo. E la sua creativita lo spinge a mettere alla prova le sue capacita tecniche ed artistiche in contesti sempre nuovi rispetto a quello jazzistico originario. Dal jazz al pop e ritorno: cosi potremmo descrivere il percorso musicale che Danilo Rea ha fatto fino ad oggi. Il nome di Danilo Rea potete trovarlo tra i credits di dischi di Mina ( ascoltatevi per rimanere in tema la straordinaria versione della Canzone di Marinella cantata da Mina e De Andrè con l’accompagnamento del piano di Danilo Rea)Claudio Baglioni e Fiorella Mannoia: ricercatissimo nel giro del pop e della musica leggera come nei concerti con i mostri sacri del jazz mondiale: da Chet Baker a Micheal Brecker Lee Konitz e Kenny Wheeler. Fra le ultime esperienze da ricordare l’avventura live con Gino Paoli con lo spettacolo “Due come noi” che… un prezioso esempio di come due artisti assoluti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana e internazionale e lo straordinario successo di «Bach is in the air», un disco e una tournée con Ramin Bahrami, pianista classico culture di Johann Sebastian Bach, suonando Arie, Preludi e Fughe. Senza dimenticare il suo disco piu recente, Lirico un omaggio personale in chiave jazz alla grande tradizione operistica.

Nato a Vicenza quasi per caso, Danilo Rea è romano, ma non d’adozione. Danilo Rea è romano perché la sua storia in musica nasce a Roma, tra le pareti di casa sua, dove l’incanto per i vecchi vinili di Modugno è più forte, già da piccolissimo, di qualsiasi divertimento: il vero gioco è suonare il piano, il vero incanto è la musica, il vero sogno è la melodia, il vero abbandono è nell’armonia. E la passione diventa studio al Conservatorio di Santa Cecilia, dove si diploma in pianoforte con il massimo dei voti e dove insegna nella cattedra di jazz fino al 2017.

Prevendita

Pro Loco Castiglion Fiorentino , piazza Risorgimento

dal lunedì al sabato ore 10 – 12 e 16 – 18

punti vendita Boxoffice 055 210804 e punti vendita Coop

ad Arezzo :

CaMu – Casa della Musica di Arezzo- Piazza Grande 
Cori Music Dischi Vieri – Corso Italia 89 
Ipercoop Arezzo – Viale Amendola 13/15

biglietteria online www.ticketone.it

il giorno di spettacolo dalle ore 19,00 presso la biglietteria del Teatro in Via Trieste 6.

INFO

Info line: 339 8556862info@communitylive.it

www.communitylive.it

Ufficio Stampa Community News:teatrospina@communitynews.it

L'articolo Il magico piano di Danilo Rea in omaggio a De André allo Spina proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/il-magico-piano-di-danilo-rea-in-omaggio-a-de-andre-allo-spina/feed/ 0
Una serata tra ciclostoriche e cicloturismo alla torre di Marciano http://www.valdichianaoggi.it/eventi/una-serata-tra-ciclostoriche-e-cicloturismo-alla-torre-di-marciano/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/una-serata-tra-ciclostoriche-e-cicloturismo-alla-torre-di-marciano/#respond Fri, 11 Jan 2019 09:41:09 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=51953 La torre di Marciano della Chiana ospita una serata dedicata a ciclostoriche e cicloturismo. L’iniziativa si terrà alle 18.00 di domenica 13 gennaio e, riunendo appassionati delle due-ruote da tutta Italia, proporrà un ricco programma che troverà il proprio fulcro nella presentazione di una nuova guida dei percorsi ciclistici della Valdichiana e nella presentazione di […]

L'articolo Una serata tra ciclostoriche e cicloturismo alla torre di Marciano proviene da ValdichianaOggi.

]]>
La torre di Marciano della Chiana ospita una serata dedicata a ciclostoriche e cicloturismo. L’iniziativa si terrà alle 18.00 di domenica 13 gennaio e, riunendo appassionati delle due-ruote da tutta Italia, proporrà un ricco programma che troverà il proprio fulcro nella presentazione di una nuova guida dei percorsi ciclistici della Valdichiana e nella presentazione di tutti gli eventi del 2019 promossi da La Chianina Asd. Questa associazione, con sede a Marciano, vivrà un anno intenso con ben due ciclostoriche e un raduno per vespisti che porteranno centinaia di appassionati sulle strade e nei borghi della vallata.

L’appuntamento sarà aperto dall’introduzione del veneto Alessio Berti, figura di spicco delle ciclostoriche italiane, e continuerà con la presentazione del libro “Bartali, il mito oscurato” scritto dal fondatore e patron de L’Eroica Giancarlo Brocci per affrontare uno dei più appassionanti duelli sportivi del secolo scorso che ha visto opposti il ciclista toscano e Coppi. Successivamente sarà illustrato il più recente progetto firmato da La Chianina: la nuova guida per coloro che vorranno visitare la Valdichiana sui pedali. Negli ultimi anni, infatti, la ciclostorica organizzata dall’associazione ha accompagnato migliaia di appassionati di ciclismo dall’Italia e dall’estero tra le strade bianche e i paesaggi più suggestivi della vallata, andando così a conoscere e ad esplorare ogni angolo dei suoi otto Comuni aretini. Questa esperienza ha permesso di mettere nero su bianco quattro itinerari di diversa lunghezza e difficoltà per fornire una proposta di turismo lento e sostenibile tra borghi e paesi, leopoldine e campi di girasole, salite e panorami mozzafiato, stimolando ad una pratica sana e salutare per scoprire e apprezzare la ricchezza culturale, artistica, artigianale ed enogastronomica della vallata.

La serata sarà infine arricchita dal lancio del calendario degli eventi promossi nei prossimi mesi da La Chianina che si aprirà il 2 e il 3 marzo con l’organizzazione de La GiboStorica, la ciclostorica itinerante ideata da Gilberto Simoni (vincitore di due Giri d’Italia nel 2001 e nel 2003) che sarà eccezionalmente ospitata nel territorio di Castiglion Fiorentino. Le maggiori attenzioni saranno poi orientate verso la quinta edizione de La Chianina Ciclostorica che si terrà da venerdì 14 a domenica 16 giugno con l’obiettivo di superare il record di 603 partecipanti raggiunto nel 2018. L’anno si chiuderà a settembre con “La Chianina In Vespa” che proporrà un giro della vallata in sella ad una Vespa con un percorso su strade asfaltate e tappe dedicate alla degustazione di prodotti tipici. «L’evento alla torre di Marciano della Chiana – commenta Roberto Apolloni, presidente de La Chianina, – è aperto a tutti e sarà un’occasione per riunire amici da ogni zona d’Italia che condividono con noi la passione per il ciclismo, concludendosi con un’apericena che permetterà di stare insieme, assaggiare i prodotti locali e divertirsi»

L'articolo Una serata tra ciclostoriche e cicloturismo alla torre di Marciano proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/una-serata-tra-ciclostoriche-e-cicloturismo-alla-torre-di-marciano/feed/ 0
Leopoldine: incontro pubblico di presentazione e confronto sul progetto di riqualificazione http://www.valdichianaoggi.it/eventi/leopoldine-incontro-pubblico-di-presentazione-e-confronto-sul-progetto-di-riqualificazione/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/leopoldine-incontro-pubblico-di-presentazione-e-confronto-sul-progetto-di-riqualificazione/#respond Fri, 11 Jan 2019 09:34:27 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=51951 “Progetto di paesaggio, Le Leopoldine in Valdichiana: un percorso partecipativo” è il titolo dell’incontro pubblico promosso da Regione Toscana che si svolgerà al Centro Convegni di Sant’Agostino il prossimo 18 Gennaio dalle ore 16.30. Si tratta del primo incontro pubblico di presentazione del progetto, un tavolo aperto a tutti i cittadini e ai soggetti interessati […]

L'articolo Leopoldine: incontro pubblico di presentazione e confronto sul progetto di riqualificazione proviene da ValdichianaOggi.

]]>
“Progetto di paesaggio, Le Leopoldine in Valdichiana: un percorso partecipativo” è il titolo dell’incontro pubblico promosso da Regione Toscana che si svolgerà al Centro Convegni di Sant’Agostino il prossimo 18 Gennaio dalle ore 16.30.

Si tratta del primo incontro pubblico di presentazione del progetto, un tavolo aperto a tutti i cittadini e ai soggetti interessati alla tutela, riqualificazione e trasformazione del sistema di poderi, fattorie e case coloniali che furono fatte edificare dal Granduca Pietro Leopoldo nel periodo a cavallo fra la seconda metà del ‘700 e la prima metà dell’800. Obiettivo dell’incontro è inquadrare il percorso, presentare le idee di riqualificazione, condividere gli obiettivi del progetto e raccogliere contributi.

Interverranno l’Assessore Regionale Vincenzo Ceccarelli, Francesca De Santis (Garante Regionale dell’Informazione e della partecipazione per il governo del territorio), Aldo Iannello (Direttore Urbanistica e politiche abitative della Regione) e il Sindaco di Cortona Francesca Basanieri

L'articolo Leopoldine: incontro pubblico di presentazione e confronto sul progetto di riqualificazione proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/leopoldine-incontro-pubblico-di-presentazione-e-confronto-sul-progetto-di-riqualificazione/feed/ 0
Medicina Nucleare in Oncologia, incontro pubblico all’ospedale di Fratta http://www.valdichianaoggi.it/notizie/medicina-nucleare-in-oncologia-incontro-pubblico-allospedale-di-fratta/ http://www.valdichianaoggi.it/notizie/medicina-nucleare-in-oncologia-incontro-pubblico-allospedale-di-fratta/#respond Thu, 10 Jan 2019 11:29:29 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=51937 La Medicina nucleare è  la branca della medicina  che si occupa di diagnosticare e curare numerose malattie, un’ alta percentuale delle quali di origine oncologica,  mediante l’impiego di sostanze radioattive. E’ proprio per fare il punto sulle “Prospettive future nella medicina nucleare in oncologia” che il Professor Alfonso Balconcini, Direttore del Dipartimento Medicina Nucleare dell’Ospedale San Donato […]

L'articolo Medicina Nucleare in Oncologia, incontro pubblico all’ospedale di Fratta proviene da ValdichianaOggi.

]]>
La Medicina nucleare è  la branca della medicina  che si occupa di diagnosticare e curare numerose malattie, un’ alta percentuale delle quali di origine oncologica,  mediante l’impiego di sostanze radioattive. E’ proprio per fare il punto sulle “Prospettive future nella medicina nucleare in oncologia” che il Professor Alfonso Balconcini, Direttore del Dipartimento Medicina Nucleare dell’Ospedale San Donato di Arezzo, terrà una relazione presso l’Auditorium dell’Ospedale Santa Margherita della Fratta sabato 12 Gennaio alle ore 17. 

L’ intervento del Professor Balconcini sarà introdotto dal Dott. Franco Cosmi , Direttore del Presidio Ospedaliero S. Margherita di Cortona.

L’incontro è promosso dalla Fondazione Nicodemo Settembrini

L'articolo Medicina Nucleare in Oncologia, incontro pubblico all’ospedale di Fratta proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/notizie/medicina-nucleare-in-oncologia-incontro-pubblico-allospedale-di-fratta/feed/ 0
Villa Aiola, Val di Chio: iniziativa dell’Associazione “Spazio Aperto” http://www.valdichianaoggi.it/eventi/villa-aiola-val-di-chio-iniziativa-dellassociazione-spazio-aperto/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/villa-aiola-val-di-chio-iniziativa-dellassociazione-spazio-aperto/#respond Wed, 09 Jan 2019 10:51:46 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=51913 Con un’iniziativa diremmo a carattere internazionale, l’Associazione Culturale “Spazio Aperto” di Castiglion Fiorentino, presieduta da Rossano Gallorini, si appresta ormai a tenere a battesimo il terzo anno di un’attività che l’ha fatta conoscere ed apprezzare dai castiglionesi e non solo : Sabato 12 gennaio, infatti, presso la Sede della stessa Associazione, in Corso Italia 80, […]

L'articolo Villa Aiola, Val di Chio: iniziativa dell’Associazione “Spazio Aperto” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Con un’iniziativa diremmo a carattere internazionale, l’Associazione Culturale “Spazio Aperto” di Castiglion Fiorentino, presieduta da Rossano Gallorini, si appresta ormai a tenere a battesimo il terzo anno di un’attività che l’ha fatta conoscere ed apprezzare dai castiglionesi e non solo : Sabato 12 gennaio, infatti, presso la Sede della stessa Associazione, in Corso Italia 80, alle ore 17,30 verrà presentato il libro “Villa Aiola, Val di Chio” , scritto in una atipica versione a quattro mani dal Professor Giuseppe Alpini e dalla signora olandese Ida M. van Dijk, ideatrice del progetto che ha portato alla stesura del testo ed attuale comproprietaria dell’immobile. Il volume che  verrà presentato, dalla bella veste grafica e ben corredato di foto, nasce da un atto di amore verso la Val di Chio, la “Valle di Dio” del Granduca Pietro Leopoldo, un amore quasi naturale per il castiglionese Alpini e magari più misterioso per la signora olandese Van DijK , se non fosse per il fatto che ormai da diversi anni a questa parte sempre più stranieri rimangono stregati dagli angoli più nascosti ed affascinanti della penisola e della Toscana in primis. Gaggioleto in Val di Chio non sfugge a queste caratteristiche e Villa Aiola,  riportata agli antichi splendori grazie ad un’accurata opera di restauro, dominando  la manciata di case adagiate sulla collina, è divenuto il “buen retiro” per la famiglia di Ida, “un ambiente – afferma l’autrice – nel quale di fronte ad un panorama indescrivibile per la sua bellezza  mi sono potuta rilassare e prendere al contempo decisioni importanti su affari, lavoro e futuro.” A proposito dell’Italia e della Toscana in particolare, la signora van Dijk sostiene che “il cibo delizioso, il passato ancora pulsante ed il piacere della lingua cancellano la noia”. Il libro su Villa Aiola, menzionata addirittura nei datatissimi Annali Camaldolesi come “Castrum Ajole”, è il culmine delle riflessioni che Ida ha prodotto in questi luoghi e contemporaneamente un tributo agli uomini che nei secoli li hanno preservati e fatti crescere; grazie alla ricerca di Alpini il volume rimarca appunto la capacità creativa, la fede religiosa, il profondo senso di appartenenza che hanno contraddistinto da sempre la gente di Gaggioleto soffermandosi anche sul “rapporto tra i possidenti ed i coloni”, fino all’ultima famiglia di proprietari terrieri, quella dei Pallotti, che aveva risieduto nella Villa stessa. Caratteristico della pubblicazione è il corposo testo in olandese, praticamente un invito ai connazionali di Ida a venire a scoprire questi luoghi apparentemente ameni, ma ricchi di storia, arte e mete pressoché ineguagliabili in un sempre più accattivante tour enogastronomico. Un libro quindi che promuove non solo     quest’angolo di mondo ,ma – nello spirito di “Spazio Aperto” – la stessa Castiglioni visto che alla base dell’Associazione c’è l’idea di riscoprire e valorizzare tutto ciò che appartiene alla città con la sua storia, con le sue opere, col suo paesaggio, con il vissuto della sua gente.

L'articolo Villa Aiola, Val di Chio: iniziativa dell’Associazione “Spazio Aperto” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/villa-aiola-val-di-chio-iniziativa-dellassociazione-spazio-aperto/feed/ 0
Alessandro Preziosi al Signorelli di Cortona con “Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco” http://www.valdichianaoggi.it/eventi/alessandro-preziosi-al-signorelli-di-cortona-con-vincent-van-gogh-lodore-assordante-del-bianco/ http://www.valdichianaoggi.it/eventi/alessandro-preziosi-al-signorelli-di-cortona-con-vincent-van-gogh-lodore-assordante-del-bianco/#respond Wed, 09 Jan 2019 10:42:44 +0000 http://www.valdichianaoggi.it/?p=51908 Primo appuntamento del 2019 con la stagione di prosa del teatro Signorelli di Cortona, martedì 15 gennaio, con inizio alle ore 21,15 Alessandro Preziosi porterà in scena Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco. Nella stanza di un manicomio prende vita un dialogo serrata tra Van Gogh e suo fratello Theo, non soltanto un oggettivo grandangolo sulla […]

L'articolo Alessandro Preziosi al Signorelli di Cortona con “Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
Primo appuntamento del 2019 con la stagione di prosa del teatro Signorelli di Cortona, martedì 15 gennaio, con inizio alle ore 21,15 Alessandro Preziosi porterà in scena Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco.

Nella stanza di un manicomio prende vita un dialogo serrata tra Van Gogh e suo fratello Theo, non soltanto un oggettivo grandangolo sulla vicenda umana dell’artista, ma anche un’indagine che ne rivela uno stadio sommerso.

Nella devastante neutralità del vuoto Van Gogh rivela e racconta la sua disperazione, il suo ragionato tentativo di sfuggire all’immutabilità del tempo e all’assenza del colore alla quale è costretto.

Alessandro Preziosi dopo i successi di Cyrano de Bergerac, Cyrano sulla luna e Don Giovanni è il protagonista di questa pièce, scritta da Stefano Massini, drammaturgo tra i più affermati in Italia e all’estero e vincitore con questo testo del Premio Tondelli – Riccione Teatro 2005.

Il testo ha vinto il Premio Tondelli a Riccione Teatro 2005 per la “…scrittura limpida, tesa, di rara immediatezza drammatica, capace di restituire il tormento dei personaggi con feroce immediatezza espressiva” (dalla motivazione della Giuria): firmato da Stefano Massini , drammaturgo italiano che negli ultimi anni ha saputo cogliere lo spirito del tempo riscuotendo significativi riconoscimenti anche all’estero, con la sua drammaturgia asciutta ma ricca di spunti poetici, offre considerevoli opportunità di riflessione sul rapporto tra le arti e sul ruolo dell’artista nella società contemporanea.

La stagione di prosa è frutto della collaborazione fra amministrazione comunale, Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Accademia degli Arditi.

Info : Teatro Signorelli 0575 601882  info@teatrosignorelli.com

L'articolo Alessandro Preziosi al Signorelli di Cortona con “Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco” proviene da ValdichianaOggi.

]]>
http://www.valdichianaoggi.it/eventi/alessandro-preziosi-al-signorelli-di-cortona-con-vincent-van-gogh-lodore-assordante-del-bianco/feed/ 0