Informazioni sull’autore

Articoli correlati

2 Commenti

  1. 1

    inserisci il tuo nome e cognome...gabriele menci

    mi permetto di ricordarti anche ” tu passerai per il cammino ” di vincenzo Pappalettra. Quanto al libro di Levi, posso dirti che l’ho letto tre o quattro volte e con immutato piacere, tanto è bello nella sua tragicità che pure nin rifugge da aspetti a cavallo fra il comico ed il grottesco … l’ esame di chimica, la decomposizione del campo sotto una steminata coltre di neve e ghiaccio lordati di cui dissenteria che li lorda è la più calzante metafora, l’ostentazione dei muscoli esangui nel patetico tentativo di affrancarsi dalla la selezione per il crematorio.Leggerò anche gli altri che sopra hai menzionato.

    Reply
  2. 2

    ..Lucia Bianchi

    Come non ricordare!Come non porsi in intimo raccoglimento!Celebrare il giorno della memoria è parlare della sacralità della vita,contro ogni violazione ad essa.Milioni di persone furono ,senza alcun motivo,confinate in campi di concentramento,private della propria dignità,del proprio nome,magari costrette a ripeterselo ogni giorno per non perdere la propria individualità.Private della vita.Tenebre profonde invasero l’Europa;nessuno vide o non volle vedere.Non ricordare oggi o considerare banale o retorico il farlo potrebbe significare perdita di umanità,di identità storica ,di appartenenza e di sensibilità. Lucia Bianchi.

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 Valdichianaoggi.it. Tutti i diritti riservati. | Credits Appare